un blog canaglia

“Vi prendiamo per il culo!”

in politica by

“Noi parliamo alla pancia della gente. Siamo populisti veri. Non dobbiamo mica vergognarci. Quelli che ci giudicano hanno bisogno di situazioni chiare. Ad esempio prendete l’impeachment di Napolitano. Molti di voi forse non sono d’accordo, lo capisco. Ma è una finzione politica. E basta. Non possiamo dire che ha tradito la Costituzione. Però diamo una direttiva precisa contro una persona che non rappresenta più la totalità degli italiani. Noi siamo la pancia della gente”.

Scomunicando i parlamentari che hanno presentato l’emendamento per l’abrogazione del reato di clandestinità, “abbiamo raddrizzato la situazione, siamo stati violenti per far capire alla gente. Se andiamo verso una deriva a sinistra siamo rovinati”.

Queste parole di Grillo, riportate oggi da il Fatto Quotidiano, dette ieri ai parlamentari del Movimento 5 Stelle vanno scolpite nella pietra.

Se ce ne fosse alcun bisogno, si conferma che il Movimento non appartiene affatto alla sinistra, non ha posizioni di sinistra né vuole averne in futuro: chi vota Grillo perché ritiene che contribuisca a far resuscitare la sinistra italiana è un illuso.

Ma soprattutto, Grillo stesso confessa il suo gioco. Quando la spara grossa non crede affatto a quello che dice, semplicemente soffia sul fuoco dell’indignazione della GGENTE (del resto, “noi siamo la pancia della gente). L’impeachment di Napolitano, ad esempio, “è una finzione politica […] non possiamo dire che ha violato la Costituzione”…

Non possono dirlo ma lo dicono lo stesso, per cavalcare l’onda e piegare la realtà ai propri fini politici.

Allora, caro Grillo, ripeti con me: “Cara GGente, vi prendiamo per il culo, vi prendiamo per il culo, vi prendiamo per il culo! Come tutti gli altri!”

FATE GIRARE!!!1!!!!. Santè

(SINDACATO PAGANO) Nato in terre calde e prospere di disoccupazione si trasferisce giovinetto al Norte dove adesso lavora, rigorosamente a fini di lucro. Attende con speranza che Grillo faccia approvare il reddito di cittadinanza così da poter finalmente vivere come un rentier. Ha scelto il nome da usare nel blog guardando tra le bottiglie di alcolici di un amico rivoluzionario.

12 Comments

  1. interessante, mi erano sfuggite queste dichiarazioni…posso farvi la punta però? il testo dice “riportate oggi dal fatto quotidiano” con un link…che però non porta al “fatto quotidiano” ma a “mentiinformatiche” che a sua volta cita come fonte il fatto…ma cliccando sul link, riporta all’articolo stesso di mentiinformatiche….uhmmm,…se fossi complottista direi “GOMBLOTTO CONTRO BEPPE!!11!!”….mettere il link alla fonte del fatto? il controllo delle fonti è fondamentale…grazie!

  2. Grazie Fulvio. L’articolo è a pagina 3 del Fatto Quotidiano cartaceo di oggi ma non è stato ancora caricato sul sito del giornale.

  3. “chi vota Grillo perché ritiene che contribuisca a far resuscitare la sinistra italiana è un illuso”

    Io sono un illuso.
    Ma che altri metodi conosci oltre al non voto, parlando da cittadino, per indicare ad un partito che ti fa venire il voltastomaco?
    Onestamente gli unici segnali decenti che ho sentito dal PD sarebbero stati i primi di Renzi, quando diceva “disarmiamo Grillo facendoci portatori delle sue battaglie” , quindi via ai finanziamenti ai partiti, liste pulite, limite mandati … poi però fanno le eccezioni, i “se e i ma” etc etc.

    tra illudersi e vomitare… boh , non lo so più nemmeno io, l’astensionismo mi reclama a gran voce.

    • Jack, si, ti capisco..anche io all’inizio dell’avventura politica del M5S speravo fosse una fonte importante di rinnovamento..e devo dire che alcune idee sono buone..purtroppo però (per i miei gusti) è troppo “single-person”, troppo orientato su Grillo e Casaleggio, senza che la “democrazia dal basso” funzioni veramente…spero che riesca a autoriformarsi al più presto…
      p.s il PD non lo definirei “di sinistra”..esistono altri partiti, esempio SEL che si possono definire di sinistra..invece che l’astensionismo, cerchiamo di far crescere questi partiti, e di usare sempre il nostro occhio critico….

      • SEL non ha nessuna possibilità di vincere, e io mi sono rotto il cazzo di perdere e farmi governare dalla peggior feccia.

        Speravo vincesse il 5stelle? Si, ma non ho mai nemmeno creduto che potesse arrivare a quei risultati… era un voto per dire “Ehi, signori del PD, guardate addirittura cosa votiamo pur di non votare voi, sarà il caso di prendere qualche provvedimento?”

        E invece no, nonostante uno schiaffo ancor più pesante, pur di non cambiare si sono alleati con il sedicente peggior nemico, dando ancora più credito a Grillo e alla stronzata dell’equazione PDL=PD-L … mi viene solo da piangere

        • Jack, però così ti incastri nel meccanismo del “voto utile”…non voto SEL x’ tanto perde, ma voto m5s per “dare un segnale”? stesso meccanismo si potrebbe dire per SEL allora…scusami, ma è semplicemente un’ingenuità..sopratutto con questi dirigenti PD..
          non voglio far campagna per SEL, ma a questo punto almeno portiamo in parlamento qualcuno di sx vera e che capisce come far politica….

  4. non avendo mai preso in considerazione il pd (prima la binetti, ora renzi – l’ultima pensata il cimitero dei feti, rendiamoci conto), non avendo mai avuto la tentazione dei 5stelle dal vaffanculoday (populismo a molti decibel e che altro?), non volendomi piegare al non voto (non avrei il diritto di lamentarmi, dopo), io che penso di essere di sinistra voto sel. insomma sono d’accordo con fulvio.

  5. casualmente i tre politici che fanno il pieno di voti sono Berlusconi, Renzi e Grillo. Tre parlatori alla pancia.
    Cioè, che problemi complessi abbiano solo soluzioni complesse è una cosa che può essere compresa da qualunque essere umano in possesso anche di licenza elementare, maggiorenne oppure minorenne un po’ sgamato. Eppure come un popolo di rincoglioniti seguiamo sempre il Tizio di turno che ci propone soluzioni semplici per problemi complessi. Che poi, stranamente, non li risolvono affatto.

  6. Se si fosse definito di sx non avrebbe mai intercettato tutti quei voti, la sx in italia è sputtanata, non è una bandiera da portare se uno vuole vincere, anche se a sx di sel c’è qualcosa di buono. Votare m5s è, secondo me, dalle scorse elezioni e forse anche per le prossime, l’unico modo per cercare di eliminare la mafia che ci governa, salvo ricreare un partito esplicitamente di sx nel 2052. 😉

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from politica

La festa spenta

Oggi è il 25 aprile. Come sempre, ci sono manifestazioni e cortei
Go to Top