un blog canaglia

Tsunami siciliano?

in internet/politica/società by

Sostanzialmente, il pensiero politico ha varie matrici con due capostipiti basilari: quella kantiana che legge il mondo come dovrebbe essere e quella hegeliana del realismo politico. Rispetto molto tutti gli slanci e la passione di coloro che ragionano e si battono in nome di ideologie o orientamenti politici, economici e culturali che partono sempre “da come dovrebbe essere’’, ma il sottoscritto preferisce sempre partire “da come il mondo è”.

Ora, vanno benissimo tutti i ragionamenti, le prese di posizione e le disquisizioni sui rottamati ed i rottamatori, sui programmi degli Ichini vari e le innovazioni del libero mercato e della concorrenza, del merito o della rivoluzione ecologica o del ritorno ad una sana socialdemocrazia, del rafforzamento del welfare o delle primarie si o primarie no. Fatto sta, però, che quasi sicuramente domenica prossima, alle elezioni regionali in Sicilia, uno tsunami abbatterà tutti questi interessantissimi discorsi.

Un movimento politico creato e guidato da un comico e da un esperto di comunicazione e marketing informatico, senza una pur minima identificazione programmatica, prenderà una carovana di voti nella regione che ha sempre deciso le elezioni nazionali. Non dico che “la cosa’’ di per sé sia un bene o un male, un temporaneo voto di protesta o l’avvento antropologico di un neoprimitivismoanalfabeta-tecnologico, dico che “la cosa’’ è un dato reale, concreto, realtà nuda e cruda.

Dovrebbe far riflettere il fatto che senza fare primarie, rottamazioni, stesure di programmi, apparizioni televisive e par condicio e tutte ste robe qua, questi avranno un consenso elettorale enorme e spropositato, divenendo di fatto il nuovo convitato di pietra della politica nazionale. Siamo di fronte ad un fenomeno sottovalutato e non studiato nè considerato abbastanza, le cui conseguenze e dinamiche di appropriazione di consenso sono mal considerate e non abbastanza analizzate, se non addirittura ignorate e trattate con troppa sufficienza e superficialità. Per adesso, essendo uno dedito a fare scommesse, il mio pronostico è un risultato elettorale siciliano del 25%.

Soundtrack:‘Bela Lugosi’s dead’, Bauhaus

1 Comment

  1. Che sia in arrivo lo tsunami 5stelle lo sanno tutti.
    Fischiettano e fanno finta di niente,ma se la stanno facendo addosso.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from internet

Zelig in evidenza

You realise che stai arrivando a Craco quando d’un tratto lo sconfinato
Go to Top