un blog canaglia

Tag archive

Shiva

Tenetevelo, l’EXPO degli stregoni

in politica by

La maggioranza degli italiani sa che esiste l’EXPO, ma ne ha sentito parlare piu’ per gli scandali che per il progetto tematico. E infatti non sbaglia, la maggioranza degli italiani.

Ma, ora che c’e’, si direbbe, sfruttiamone le opportunita’ – una cosa che noi cattivi liberisti pessimisti e gufi leggiamo come : limitare i danni. Dunque, il titolo dell’esposizione universale di Milano sarebbe “Nutrire il Pianeta”, un titolo e un argomento nobile e serio, legato all’innovazione, alla ricerca, alla sperimentazione, oltre che alle eccellenze del territorio. E invece no, purtroppo: perche’ le peggiori sinistre d’Europa (quelle italiana e francese), orfane della religione socialista, hanno ormai abbracciato la religione dell’ambientalismo chic, del luddismo alimentare, del bio, del kilometro zero, della credenza in fantomatici complotti di multinazionali contro gli agricoltori e i consumatori. Parlano di sostenibilita’, quando il loro modello di agricoltura nel mondo di oggi potrebbe sostenere forse l’alimentazione di meta’ degli esseri umani sul pianeta. Non da’ loro pace che questo gigantesco mostro come Monsanto fatturi piu’ o meno come la Ferrero: il gomblotto organizzato per questi semi OGM si puo’ fare anche con le risorse della Nutella. Come spesso accade, dall’avanguardia ideologica all’egemonia culturale il passo e’ breve: e allora senti Alemanno che dice le stesse cose di Jose’ Bove’, categorizzando le biotecnologie come il Male a prescindere, e alla fine tutti pensano che e’ normale, che questo e’ il dibattito pubblico e questo dev’essere lo Stato dell’Arte della ricerca scientifica sul tema.

Succede anche che in un evento che dovrebbe celebrare l’avanzamento tecnologico, le conquiste dell’intelletto umano, un evento che in altri tempi celebrava la fiducia in un avvenire fatto di progresso e benessere sempre piu’ diffuso, si inviti una spacciatrice di terrore, menzogne e superstizioni: la signora Vandana Shiva. L’argomentatissimo articolo del New Yorker che sputtana la signora e’ solo l’ultimo di una lunga serie, ma e’ il primo di una grande rivista liberal che prende di pancia l’argomento di un certo ecologismo di maniera, superficiale e buonista, che ha ormai conquistato i salotti buoni, quelli di gente magari colta, istruita e responsabile, ma in fondo ignorante sul tema, e pronta a sposare le tesi del primo santone. Dove ieri c’era il mito del Dalai Lama, l’altroieri quello di Mao, oggi quello dell’orticello nel balcone. Piu’ inoffensivo se limitato alla sfera privata, altrettanto devastante se imposto attraverso le politiche oscurantiste, irrazionali e antiscientifiche che specialmente in Italia ormai vanno per la maggiore.

vandana-shiva1-300x240

Non siamo i primi a denunciare lo scandalo che una personalita’ priva di qualsivoglia autorevolezza e capace di manipolare le evidenze empiriche per sostenere le proprie tesi sia associata a un grande evento mondiale sul tema dell’alimentazione: meritoriamente, Il Foglio in primis e altre testate e blog stanno sostenendo la posizione, nel colpevole e complice silenzio delle testate di regime (Rep, Corriere, Stampa, che ogni tanto ospitano qualche intervento, sovranamente ignorato dalle autorita’). La risposta al Foglio del ministro competente, Maurizio Martina, esemplifica perfettamente la conseguenza e il costo di piazzare in una qualsiasi posizione di responsabilita’ un traffichino senza competenze specifiche la cui unica preoccupazione nella vita e’ stata quella di mettere in atto equilibrismi necessari a non scontentare nessuno dei suoi capibastone, non sostenere mai una battaglia ideale, e neanche esprimere una posizione ragionata a favore dell’interesse generale. Ovviamente, il presidente del Consiglio non si esprime, perche’ non c’e’ un voto da guadagnare.

Questa e’ l’Italia oggi. Questo e’ il PD nell’era Renzi, e lo era anche prima.

Non mi pare ci siano le condizioni perche’ smetta di esserlo domani.

 

Go to Top