un blog canaglia

“Solo la nebbia, avete solo la nebbia (in mente)”

in società by

Vorrei mettervi a parte di questa cosa. Dovete sapere, o voi lettori, che gli autori di Libernazione sogliono comunicare tra loro tramite diversi strumenti di comunicazione. Un po’ così:

L’importante è che si segua il flusso creativo, cioè che non si capisca un cazzo perché tutti dicono la loro nello stesso momento parlandosi addosso. Un po’ così, però rigorosamente a servizio dei Poteri Forti!

Ma questo non vuol essere un post autoreferenziale. No!

Dunque, dovete sapere che chattando in uno di questi posti con Canimorti, che ho appena scoperto che in realtà si pronuncia Canìmorti, siamo finiti a parlare di nebbia. Perché Canimorti è uno che è nato sopra il Tevere e quindi, pur vivendo io a Milano da decenni, per me sopra il Tevere c’è sempre la nebbia (e non chiedetemi di postarvi il video di Totò e Peppino che dicono “a Milano quando c’è la nebbia non si vede”, ché questo non è il Post, cerchiamo di essere un po’ originali, almeno questo).

Ora, la nebbia non ha alcun senso, amici. Parliamone.

La nebbia oscura il sole quando è sereno: che cazzo mi vuol dire che è sereno ma non c’è il sole. O piove o c’è il sole, non è che c’è la nebbia.

Anni fa, comunque, quando frequentavo ancora manifestazioni sportive, mi trovai – assieme ad altri tifosi terroni – a cantare, rivolto a una curva di tifosi del Bologna, un amoeno coro da stadio che fa “Solo la nebbia, avete solo la nebbia, sooloo la neeeeebbiaaa, avete solo la nebbiaaa!“.

I tifosi di Bologna – ma poteva essere qualunque altra città sopra l’equatore italiano, che in Italia passa per Roma – non si scomposero. Iniziarono a cantare, con lo stesso motivetto, “anche il lavoro, abbiamo anche il lavoro, anche il lavooorooo, abbiamo anche il lavoroooo”.

Così, credo sia stata una reazione geniale, davvero. Per quanto quando uno ha il lavoro poi deve lavorare, il che è un inconveniente non da poco.

Ed è così. Questo post non vuol dire proprio un cazzo, Ma ci tenevo comunque a farvelo sapere.

Santé

Tags:

(SINDACATO PAGANO) Nato in terre calde e prospere di disoccupazione si trasferisce giovinetto al Norte dove adesso lavora, rigorosamente a fini di lucro. Attende con speranza che Grillo faccia approvare il reddito di cittadinanza così da poter finalmente vivere come un rentier. Ha scelto il nome da usare nel blog guardando tra le bottiglie di alcolici di un amico rivoluzionario.

5 Comments

  1. “TOTTI GOOOOOO
    TOTTI GOOOOOO
    CHE CE FREGA DEI DIRITTI NOI C’AVEMO TOTTI GO!”

    (cantata in una sezione di rifondazione a roma, quando sky si chiamava ancora telepiù, durante partita guardata con scheda pirata. giuro)

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from società

Al posto di Fabo

Già si sentono i rumori di fondo dell’esercito di fondamentalisti che si
Go to Top