un blog canaglia

Si chiama presepio

in società by

Mi corre l’obbligo di segnalare ai vescovi della SIR, autori di un polemico editoriale contro la “Barbie Madonna“, che grazie ad alcune indiscrezioni ho appena scoperto un nuovo, raccapricciante caso di manichini mignon raffiguranti una religione di plastica che potrebbe ridurre la devozione a oggettistica, anch’esso già comprendente dei pastorelli a corredo, che in taluni casi si spinge fino alla messa in scena di una chiesa apribile completa di accessori.
Pare che si chiami, questa nefandezza, “presepio”, e sembra (da fonti non ancora confermate) che milioni di italiani ne allestiscano uno nella propria casa, tutti gli anni, verso natale.
Confido in una reazione abbastanza vibrante da sradicare per sempre questo ignominioso “religion kit”.

METILPARABEN E’ nato e cresciuto al Colle Oppio, ha studiato dai preti, è commercialista, tifoso della Lazio e radicale. La combinazione di queste drammatiche circostanze lo ha condotto a sviluppare una fastidiosa forma di nevrosi ossessivo-compulsiva caratterizzata da crisi di identità: crede di essere il blogger Metilparaben.

5 Comments

  1. Mah, Basta fare un salto, che so, a Assisi, per non dire al Lourdes, per vedere come tutta la gadgettistica e oggettistica iconografica religiosa ha raggiunto da decenni dei picchi del grottesco che la Barbie se lo sogna.

  2. almeno la madonnina col tappo a corona (il doppio senso non è mio – è proprio così) contenente l’acquasanta è meglio, c’ha pure una utilità pratica. qui siamo al feticismo fine a sé stesso.

  3. Ma che è il SIR e quale misterioso motivo ti spinge a leggere quanto scrivono? Ma soprattutto a chi importa di barbie, di vescovi o di presepi?

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from società

Al posto di Fabo

Già si sentono i rumori di fondo dell’esercito di fondamentalisti che si
Go to Top