un blog canaglia

Scorci Vaticani II

in religione by

Jorge Mario siede al tavolo da colazione e scruta l’uovo alla coque.
Solleva un cucchiaino e lo batte tre volte sulla cima del guscio fino a incrinarlo.
Usando la punta delle dita leva i frammenti con gesti precisi, ordinati. Fissa il contenuto.
«Facundo!» chiama forte il Papa.
Facundo Mendoza, giovane chef boliviano recentemente assunto dalle cucine vaticane, si precipita nella stanza.
«Ordini Santo Padre.»
«El uovo.» mormora il Papa senza distogliere lo sguardo dalla pietanza.
«C’è un problema con l’uovo Santo Padre?»
Jorge Mario alza gli occhi sullo chef, lo fissa senza parlare, lo chef abbassa lo sguardo.
«El huevo no està bastante cocinado.»
«Desidera un uovo sodo Santo Padre?»
«Ho chieduto un uovo sodo Facundo?»
«No Santità, lei ha chiesto un uovo alla coque.»
«Y dunque?»
«Le preparo subito un uovo alla coque.»
Facundo solleva il portauovo in peltro e si allontana come una cometa, senza emettere suoni.
Tre minuti dopo è di ritorno, poggia il nuovo uovo sul tavolo, fa due passi indietro, attende.
Jorge Mario vibra di nuovo il cucchiaino sul guscio, rimuove la cima, fissa il contenuto. Facundo tace.
«Facundo…»
«Santità?»
«Facundo, amigo mio.»
«Ordini Santità.»
«Facundo, tu qui estai rischiando una brutta fine, io te lo dio caro Facundo, te avverto.»
«Santo padre…»
«No santo padre y santo padre, tu stai cosciente de trovarti en lo Stato Vaticano, si Facundo?»
«Mi faccia provare ancora una volta Santità, la prego.»
«Otra vez? OTRA VEZ? Yo te faccio chiudere nelle segrete y te hago comer por los murcielagos Facundo!»
«Sua Grazia…»
«El huevo alla coque, Facundo, quando rimuovisci el guscio no deve colasare! NO DEVE COLASARE! Mi sono spiegato? El albume deve rimanere leggermente viscoso man mano che si avvicina al tuorlo. El tuorlo deve stare liquido, el tuorlo pero, no todo el huevo!» Bergoglio batte un pugno sul tavolo «NO TODO EL HUEVO!»
«Mi perdoni Santità.»
«No, no! Es una cosa seria Facundo, es una cosa seria.»
«…»
«Facundo, ho preso la salmonella cinque volte quest’anno.»
«…»
«Cinco veces.»
«Le preparo immediatamente un uovo alla coque perfetto Santo Padre.»
«No, no, basta uova, bastante!»
«Cosa desidera Santità?»
«Montone, arosto.»
«Certamente Eminenza, subito.»
Facundo si precipita verso la porta.
«Facundo!»
«Ordini Santità.»
«El montone, croccante fuori y tenero dentro.»
«Assolutamente Santità.»
Jorge Mario fa un cenno con la testa, Facundo evapora.
Il Papa si alza, si avvicina alla porta e guarda fuori.
Torna al tavolo, prende una fetta di pane, toglie la mollica, intinge la crosta nell’uovo alla coque e se la porta alla bocca, chiude gli occhi in un fremito di piacere, mastica piano.

Originatosi nella provincia emiliano-romagnola, da bambino soffre d'asma e ha l'aspetto di un profugo albino del Mali, a quattordici anni gli parte lo sviluppo e prende rapidamente le sembianze del famoso dirigibile Hindemburg. Caparbio collezionista di imprese epiche che terminano regolarmente molto presto e molto male, incallito disegnatore di peni, detesta i film di fantascienza degli anni ottanta ivi compreso Blade Runner ma escluso Ritorno al Futuro, più di ogni altra cosa ama John Steinbeck poi, in ordine sparso, la panificazione domestica, dare fuoco alle cose, il giardinaggio, Phoenix Marie.

3 Comments

  1. Sembra di vedere una scena tratta da “In nome del Papa Re ” .

    Di là, del resto, le cose non sono certo cambiate radicalmente.

    Di qua abbiamo Libernazione al posto di Pasquino.

  2. sarà che mia figlia ha cominciato la scuola ma io i preti non li sopporto più neanche per finta…
    finito di leggere mi viene da chiedere ” ma con quali soldi ha comprato le uova il papa? come se li è guadagnati?? che cazzo di lavoro fa?!?!”

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from religione

Go to Top