un blog canaglia

Questo non è un post garantista

in società by

Questo è un post che non parla di garantismo, anche se potrebbe. Non parla neanche di maschilismo e femminismo, anche se vorrebbe, ma si limita a riportare un episodio e i commenti che ha generato. Ognuno ne pensi ciò che vuole.

Qualche giorno fa i carabinieri di Conversano, in provincia di Bari, hanno arrestato un insegnante di liceo, accusato di aver “indotto alcune alunne a frequentare lezioni private nell’istituto e presso la sua abitazione per poi molestarle con palpeggiamenti e baci in più parti del corpo. Abusando dei suoi poteri avrebbe minacciato una delle ragazzine costringendola a riprendere le ripetizioni da lei interrotte. In caso contrario la vittima avrebbe perso l’anno scolastico riportando un debito nella sua materia”. Questo stando alle indagini dei carabinieri e alle testimonianze di quattro studentesse.

Di seguito, senza ulteriori considerazioni, alcuni dei commenti alla notizia pubblicata sul sito di un giornale locale, Fax.

Adriano Innamorato:
Fax scandaloso e poco professionale!
Non si può scrivere un articolo così delicato con 4 paroline e termini tipo “stando alle indiscrezioni”.
Siete un giornale o una delle anziane comari che si possono trovare nei vari borghi antichi?
L’informazione dovrebbe essere il vostro mestiere, non il gossip!
Un messaggio ai commentatori giudici qui sotto: Non spetta a voi giudicare, per quello ci sono gli organi competenti.
Un messaggio alle generazioni post 90: siete dei bimbiminkia assurdi!!
Arrivare a denunciare un professore per un debito o una bocciatura è scandaloso!!!
Ragazzi, ma soprattutto ragazze, state perdendo la testa e i valori morali che la vostra famiglia DOVREBBE insegnarvi!!!!
Detto questo l’uomo in questione è un UOMO tutto d’un pezzo, un professore professionale, e serio.
E un uomo così non poteva che costruire una famiglia coesa e dai forti valori morali!!!
Non giudicate chi non conoscete!
Dovreste solo trarre esempio dalla sua persona!

Barbara Boccuzzi:
UNO DEI POCHI PROFESSORI CHE CREDONO DAVVERO NELL’INSEGNAMENTO, CHE SI PRODIGANO PER GLI ALUNNI, A CUI INTERESSA DAVVERO FORMARE I RAGAZZI, NON SOLO SCOLASTICAMENTE. PURTROPPO OGGI I RAGAZZINI SONO TROPPO PRESI DA ALTRO E NON RIESCONO A VEDERE TUTTO QUESTO. MI DISPIACE PER QUANTA IGNORANZA CI SIA IN GIRO.
IO SUGGERISCO SOLTANTO A CHI NON LO CONOSCE DI EVITARE COMMENTI DI CIRCOSTANZA.

Vittoriana Dilorenzo:
chi lo conosce sa… io mi rifiuto di crederci e soprattutto di commentare.

Maria Alexia Colaprico:
io non ci credo e non ci crederò MAI!i carabinieri sanno solo fare questi spettacoli…e basta…e intanto hanno rovinato la vita ad un uomo che ha sempre svolto il suo lavoro con professionalità e con passione..e mai e dico MAI ha dimostrato la tendenza a certi atteggiamenti nei confronti delle alunne del liceo..è duro nell’insegnamento ma allo stesso tempo simpatico..Mi rifiuto di pensare che si possa rovinare la vita così a qualcuno!e queste ragazzine di oggi…beh….dovrebbero imparare innanzitutto ad essere NORMALI…non aggiungo altro…!

Magda Chiantera:
Un professore straordinario. Capace di far amare le sue materie a tutti i suoi alunni,capace di scherzare con i suoi alunni e allo stesso tempo dandogli dei consigli,in grado di preparare i ragazzi alla vita e a superare le difficoltà che si incontrano tutti i giorni,affrontandole nn aggirandole! Un vero professore, sempre disponibile quando c’erano difficoltà nel capire l’argomento, lo rispiega tante volte da fartelo capire x forza. Io nn ci credo e non ci crederò mai!

Paoletta Rutigliano:
ERA IL MIO PROFESSORE…COME HO ODIATO LUI..GIURO…NESSUNO MAI!!!NONOSTANTE CIO’…METTO LA MANO SUL FUOCO CHE LA SUA NON L HA MAI POGGIATA SU NESSUNA STUDENTESSA!…

Camilla Dipierro:
Penso che in un momento del genere è meglio lasciar parlare solo chi l’ha davvero conosciuto. Io posso permettermi di dire che per 3 anni è stato non solo il mio professore, ma anche maestro di vita. L’ho sempre ammirato e 4 chiacchiere infondate non mi faranno di certo cambiare idea su di lui. Io spero che in tutto questo lui possa sorridere nel leggere tutte le cose belle scritte su di lui…Ma non ci si poteva aspettare che queste reazioni dagli ex ed attuali studenti: innumerevoli elogi per una persona meritevole e che personalmente mi ha trasmesso moltissimo, e che non saranno 4 stupide ragazzine a mettere KO….

Jillian F. Potent:
Non ci credo, se è il professore che mi hanno detto si tratta di un uomo straordinario, bravo nel suo difficile mestiere di insegnante, dotato di ironia e dispensatore di buoni consigli. Una spiegazione c’è sicuramente e potevano evitare di fare sta scenata teatrale a scuola, per evitare di screditare la sua dignità in questo modo, perchè anche se si tratta di un errore (e da ex alunno sono sicuro che sia solo un gran fraintendimento) sarà difficile che le persone non tengano più conto di ciò.

Maria Rosaria Liuzzi Lpfc:
infatti , io so chi e’ , e sono sicura della sua innocenza, per cortesia non distruggete una persona senza prove…..

Nancy Sozio:
mi rifiuto di credere a questa storia! NON CI CREDO E NON CI CREDERO’ MAI!

Rossella Giannuzzi:
Io nn ci credo!!!e chi come me lo conosce,non può crederci..un professore così bravo non si vedeva dalla notte dei tempi ed io avrei pagato pur d mandare la mia sorellina nel suo corso..purtroppo peró le ragazzine di oggi nn sanno riconoscere la professionalità e la bravura..magari travisano una battuta PULITA fatta per alleggerire le lezioni!che schifo!spero si dimostri la sua ovvia innocenza 🙁

Adriano Innamorato:
Sabri dici così perchè non conosci il prof.
Conoscendo invece a cosa sono pronti i ragazzini di oggi non mi stupirei che si fosse inventata tutto per giustificare la sua bocciatura!

Debora Resta:
assurdo…è il prof più in gamba, professionale e serio che abbia mai avuto!!!poi la denuncia dopo una bocciatura mi pare proprio ridicolo! i carabinieri dovrebbero raccogliere altre testimonianze…sicuramente più serie ed evitare di mettere alla gogna la gente prima di aver appurato il vero!!!

Margherita Dibari:
Non conosco il prof ma prima di giudicare bisogna vedere i fatti xchè ci sono tante ragazzine che inventano castelli solo vedicarsi di un voto o quant’altro.Quindi lasciamo il compito a chi di dovere e non alle chiacchiere

Giuseppe Campanella:
Le ragazzine di quell’età e di questi tempi, ovviamente non generalizzo, sarebbero capaci di corrompere anche un prete! Io non credo alla sua colpevolezza. Non ci crederò per nulla al mondo. Conosco perfettamente la persona in questione e sono sicura di poter dire che si tratta di una persona straordinaria. Una delle poche persone che ho incontrato sul mio percorso di studi che mi ha davvero insegnato qualcosa. Qui c’è qualcosa sotto. Non può essere tutto ridotto a una cosa così squallida.

Angelica De Tomaso:
E’ UNO DEI POCHI PROFESSORI CHE HA SEMPRE PRESO A CUORE IL SUO LAVORO E LA FORMAZIONE DEI RAGAZZI… GRANDE ESEMPIO DI PROFESSIONALITA’ E AUTOREVOLEZZA. NON SI PUO’ INFANGARE UNA PERSONA IN QUESTO MODO, ROVINARE UNA CARRIERA CHE CON FATICA CI SI E’ COSTRUITI. SICURAMENTE SONO ACCUSE INVENTATE DA RAGAZZINE… NON CREDO ASSOLUTAMENTE A TUTTO CIO’. SPERO CHE LE INDAGINI SIANO PORTATE A TERMINE AL PIU’ PRESTO…

Antonio Bellantuono
Professori !!!!abbiate il coraggio di denunciare anche voi le studentesse che tentano di sedurvi!!! per essere promosse!!perchè poi alla fine i colpevoli siete sempre voi!!!!e ci rimettete oltre alla reputazione anche il posto di lavoro!!!!mentre loro vengono beatificate!!!cercate di fregarle voi ogni tanto così forse sto vizio se lo toglieranno…

Mariagrazia Mangini:
ora siamo senza professore…..lui era in classe mia quando è stato arrestato e ora devo vedere tutti i giorni quella …… che l’ha denunciato per sbarazzarsi del professore…cosa si fa per un debito o per una bocciatura…ma si mettesse a studiare invece di pettinarsi i capelli e di guardarsi davanti allo specchio…le basterebbe essere anche sfiorata da un uomo per andare in giro dicendo che è stata molestata…ma va va….

Antonio Bellantuono:
questi episodi accadono sempre a quelle tipe non serie e che si vestono sempre in maniera sconcia e provocante fino ad istigare chi cè dall’altra parte…ad una ragazza seria non accadono mai episodi del genere!!!nessun professore si permetterebbe palpeggiamenti e tentate violenze se non gli si fa credere che la tipa ci sta!..poi dopo aver fatto l’inguacchio ci ripensa si tira indietro e denuncia il professore!! troppo comodo così!!purtroppo a volte vengono educate dai genitori e se non le prendono a schiaffi loro quando escono con le mutande di fuori chi dovrebbe farlo??……

Beatrice Murro:
NN CI POSSO CREDERE E NN VOGLIO CREDERCI !!! IO DUBITEREI DI QUALCUN ALTRO MIO VECCHIO PROF MA NN DI LUI!

(ESERCIZI DI LOGICA) Trapiantato a Milano in quasi giovane età, scrive tendenzialmente per dimenticare, cosa che gli riesce piuttosto bene. Soffre da molti anni di Sindrome di Ingegneria, diffusa ma poco conosciuta patologia psichiatrica che porta il soggetto a credere che qualunque interazione al mondo sia descrivibile con non più di quattro equazioni differenziali e a non capire perché abbia così pochi amici. Si lamenta di tutto.

10 Comments

  1. che interessante. se fossi il maresciallo dei carabinieri e/o il gip, mi chiederei innanzitutto se il professore DAVVERO impartiva/offriva lezioni private ai suoi stessi alunni. e già sarebbe un punto di partenza 🙂

  2. 1) quoto marino voglio: un professore non dovrebbe MAI dare ripetizioni private a pagamento ai propri stessi alunni. Al massimo lezioni integrative gratis, possibilmente nei locali della scuola.

    2) anche io quando facevo il professore sono stato accusato di cose che non avevo mai fatto. per fortuna non si trattava di nulla di così infamante nè a sfondo sessuale: ero accusato di aver preso in giro una mia studentessa per un suo lieve difetto fisico: cosa che non è mai avvenuta, eppure un intero gruppo di ragazzine si è autoconvinta e autosuggestionata che sì.

    3) altri casi recenti (in fasce d’età molto diverse): le maestre accusate di aver organizzato un vero e proprio asilo degli orrori pedofilo, accuse poi rivelatesi tutte infondate.

    Insomma: certe accuse vanno veramente prese con le molle.

    D’altra parte in un altro istituto le studentesse femmine a cui facevo ore aggiuntive si presentavano sempre in coppia. Ho sempre sospettato che avessero avuto brutte esperienze con il professore di storia, ma non ho mai avuto riscontri in proposito.

    Un consiglio valido in particolare, ma non solo, per i colleghi maschi: con le proprie studentesse, lezioni supplettive sempre e solo nei locali della scuola, sempre e solo a porta aperta e possibilmente sempre con uno chaperon a portata di mano.

  3. Perché per me la parte peggiore è come quasi tutti in colpito con sicurezza le ragazze sulla base di una supposta malafede, e scagionino il professore dando per scontata la sua buonafede.

  4. @ Aioros: se ti riferisci a me, hai interpretato nel modo sbagliato. Non ho espresso pareri sul professore in questione nè sulle ragazze in questione. Dico solo che è impossibile giudicare a partire da quel poco che sappiamo, e che prima di gridare al mostro ci vuole un poca di prudenza. Dopodichè il mostro può anche esistere (e se le mie studentesse si presentavano sempre in coppia può anche essere che ne avessero incontrato uno, come ho già detto).
    E comunque essendo stato accusato ingiustamete in passato, può essere che io sia più propenso alla cautela di altri.

  5. “stando alle indiscrezioni”…
    dove le hanno prese i giornalisti queste indiscrezioni? Se tutti i commenti apparsi sul sito di fax sono pro-professore non è questa un indiscrezione “contraria”? A quanto vedo, secondo i colleghi e conoscenti del professore potrebbe trattarsi di un invenzione delle studentesse per passare l’anno senza studiare…

    secondo me anche in questo caso ci sono gli estremi per parlare di notizie non verificate e di giornalismo sensazionalistico. Io sono neutrale però è la parola di 4 studentesse contro decine di commentatori e ancora non è chiaro cosa è successo…

    Come detto nel primo commento, non è il caso di fare qualche verifica in più prima di pubblicare un articolo pieno di “dovrebbe”, “sembra che”, “stando a…” ?

  6. A dire il vero, Giordano, è la parola di quattro ragazze e di un’indagine dei carabinieri contro quella di tanti commentatori il cui unico titolo è quello di “conoscere” il professore.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from società

Al posto di Fabo

Già si sentono i rumori di fondo dell’esercito di fondamentalisti che si
Go to Top