un blog canaglia

Minculpop berlusconiano? Ben svegliati!

in politica by

La notizia, anzi la non-notizia, è la seguente: in una puntata della serie “How I Met Your Mother” si faceva una pesante battuta su Berlusconi; nella versione italiana, che andrà in onda su Italia 1, la battuta scompare.

La notizia è una non-notizia ed è inutile parlare di “censura”: si tratta di qualcosa di diverso. Nel regolamentare la par condicio e cercare di garantire il pluralismo delle opinioni ci si è sempre concentrati sui TG e sui programmi di informazione (con scarsa efficacia, comunque); il messaggio berlusconiano, invece, non è stato fatto filtrare attraverso quei programmi. Sono abbastanza convinto che Emilio Fede non abbia mai convinto nessuno a votare Berlusconi.

Il  messaggio è stato trasmesso molto più dai programmi di intrattenimento che dai TG anche perché – mentre ti aspetti che Fede dia una rappresentazione di parte – nei confronti del programma di intrattenimento, che guardi per divertirti, si predispongono molte meno “difese” mentali e si adotta un’atteggiamento meno critico.

Senza scomodare esempi famosi come Ambra che dice che il Padreterno sta con Berlusconi e Satana con Occhetto, o Mike Bongiorno e Raimondo Vianello che annunciano il loro voto per Silvione,o Rita Dalla Chiesa che fa la paternale, riguardatevi qualche puntata de “I ragazzi della terza C” (se non vi annoiate: sono pallosissime…) e cercate di notare come si parla di Berlusconi ogni volta che se ne parla: praticamente un essere semidivino.

Ora, a meno di non pensare che le battutine che avete a volta sentito a Zelig, Colorado e le Iene sul nostro Silvio siano qualcosa di diverso dalle battute che il sovrano tollerava dai buffoni di corte, francamente, sorprendersi perché la puntata di una serie venga depurata da una battuta su Berlusconi non è solo naive, è proprio ridicolo. Santé

(SINDACATO PAGANO) Nato in terre calde e prospere di disoccupazione si trasferisce giovinetto al Norte dove adesso lavora, rigorosamente a fini di lucro. Attende con speranza che Grillo faccia approvare il reddito di cittadinanza così da poter finalmente vivere come un rentier. Ha scelto il nome da usare nel blog guardando tra le bottiglie di alcolici di un amico rivoluzionario.

1 Comment

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from politica

La festa spenta

Oggi è il 25 aprile. Come sempre, ci sono manifestazioni e cortei
Go to Top