un blog canaglia

La roulette russa di Bertigrillo

in politica by

Dialogo due sceriffi GrindHouse – A prova di morte

E’ chiaro che quel”auguri ai salvatori della patria”lanciato da Bersani ai grillini significa che il segretario del Pd o rimetterà l’incarico o non otterrà la fiducia. A questo punto ci sarà un mandato esplorativo che quasi sicuramente verrà affidato a Grasso per trovare un’intesa su un nome terzo tipo Rodotà o il comandante Schettino, per fare la riforma elettorale ed andare alle elezioni al più presto. Con i tempi arriviamo a metà Aprile, giusto il tempo per iniziare a votare il nuovo Presidente della Repubblica. Se sarà quest’ultimo o Napolitano a dare l’altro incarico a Schettino forse solo il mago Otelma e Dagospia lo possono già sapere. Intanto, dalle elezioni saranno passati 60giorni. In più, secondo voi, troveranno mai un accordo su una nuova legge elettorale???E se si, quanto ci metteranno se non due o tre mesi minimo???

E’chiaro che siamo di fronte a follia pura. Ed e’ anche chiaro che la soluzione migliore e più semplice sarebbero le elezioni. Ma come legge elettorale abbiamo il porcellum che non esclude il fatto che tutto rimanga uguale ad adesso. A questo punto è normale che qualcuno leggendo questo post abbia deciso di imbracciare un m60 e scaricarne 20 caricatori sul pc.Ti comprendo, amico.

Oggi abbiamo assistito allo streaming della consultazione tra Bersani ed i grillini.Lasciamo perdere. La Lombardi e Vito Crimi sembravano Bertinotti quando fece cadere il primo governo Prodi. Decisione presa. Non si torna indietro. Inflessibili. Incorruttibili. Nessun compromesso. O governo 5stelle o niente, alle 13. Alle 17, invece, dicono che se il nome non è legato al Pd loro trattano. Trattano cosa, gli ostaggi????Rocco Casalino in cambio dei Marò???Se tu non vuoi appoggiare nessuno, perchè gli altri dovrebbero appoggiare te???

Come allora anche stavolta questo modo di agire avrà come conseguenza naturale la vittoria alle prossime elezioni di Silvio Berlusconi. Bertigrillo infatti è destinato a sgonfiarsi, perché l’italiano non è rivoluzionario, è un tipo tranquillo, ad un certo punto scazza e manda tutti affanculo, ma poi ritorna sui suoi passi, vuole moderazione e di tutta sta manfrina si sarà già scocciato. Ha capito che questi vogliono fare solamente caciara. Anche se la tipa che non sapeva cosa fosse la Bce e quell’altra che non sapeva quanto fossero i senatori sono 100.000 volte meglio delle solite facce e del solito teatrino, non è che possiamo passare tutto il tempo senza quagliare mai, gridando a destra e a manca che questo non va, quest’altro nemmeno, qua hanno rubato, là pure etc etc.

Il Pd che farà?Voterà Letta presidente della Repubblica?Se ci saranno subito le elezioni faranno lo stesso le primarie?Dicono che Renzi vince sicuro. Lo dicono soprattutto quelli di centrodestra. Quelli di centrodestra dicono che da decenni aspettano e si auspicano uno come Renzi capo della sinistra. E’ come se io auspicassi e mi augurassi che nella squadra di calcetto contro cui gioco e mi scanno per vincere il mercoledì sera, arrivassero Balotelli, Buffon, Pirlo, Ibrahimovic e Messi.

Silvio, sabato scorso, a Piazza del Popolo, doveva parlare 2 ore, invece ce l’ha fatta per soli 50 minuti. Dicono che spesso cambiava colore e che abbia superato un’aritmia leggera ed improvvisa. Non abbiamo più certezze. E’ difficile che Silvio ci garantisca un altro ventennio. Bertigrillo manderà affanculo tutti, griderà sempre all’infinito ed insulterà tutti. Il Pd vincerà sempre e solo primarie.

E’ venuto il momento. Sappilo.

Soundtrack1:’La ballerina del carillon’, Luciano Ligabue

Soundtrack2:’Bardamu’, Vinicio Capossela

2 Comments

  1. Ok, bravo continua a guardare la tv, però perchè scrivere la solita tiritera? Magari cambia argomenti, occupati di giardinaggio o cucina, sicuramente troverai argomenti originali.

    • Se vuoi mi posso occupare pure della tua fidanzata o di tua moglie..guardando insieme la tv, naturalmente. 🙂

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from politica

La festa spenta

Oggi è il 25 aprile. Come sempre, ci sono manifestazioni e cortei
Go to Top