un blog canaglia

Grazie, maestà

in politica by

Scusi, Cavaliere…
-Dica. Ma si sbrighi, che ho da fare.
-Ecco, avrei pensato di farle cosa gradita…
-Sì?
-…sempre che lei volesse accettare, s’intende…
-Coraggio, sentiamo.
-…avrei pensato di portarle…
-Insomma, perbacco, parli! Non posso mica stare qua tutto il giorno, cosa crede?
-…la grazia.
-Cosa?
-La grazia, Cavaliere, un provvedimento che…
-Insolente che non è altro, ma come osa? Mi sta dando del colpevole, forse?
-No, eccellenza, non mi permetterei mai…
-E invece si sta permettendo eccome! Mi ha preso per un creino, vero?
-Cretino? Eminenza, non potrei mai pensare…
-Essì invece, perché solo un cretino potrebbe accettare una cosa che implicitamente sancisce la sua colpevolezza!
-Ma io credevo…
-E io, come tutti sanno, sono innocente!
-…per favore…
-Se ne vada!
-…la prego, mi ascolti…
-Sparisca, ho detto!
-…la supplico, maestà, lo faccia per il bene del paese…
-Mmm, per il bene del paese, dice?
-Solo per quello, mi creda…
-Io sono molto sensibile al bene del paese. Perché è in questo paese che sono diventato…
-Lo so, eccellenza. Lo so.
-Ecco. Ma si rende conto di quello che mi sta chiedendo?
-Sì.
-Il sacrificio supremo, mi sta chiedendo. Essere graziato per un reato che non ho mai commesso, come se non sapessimo tutti che il problema sono i magistrati politicizzati che…
-Lo so, eminenza. Ma pensi alla governabilità…
-Mi state massacrando, con questa storia della governabilità…
-…all’agibilità politica…
-…minacciata dai comunisti!
-…naturalmente, sire, come tutti sappiamo…
-Lei mi tocca sul vivo, giovanotto!
-…ci pensi, eccellenza…
-Lei sta approfittando oltremisura del mio senso di responsabilità!
-…la scongiuro…
-E va bene.
-Sì? E’ un sì, maestà?
-Se non c’è altro modo…
-Dio la benedica, Cavaliere…
-Lasci stare, sa che non ci tengo…
-…lei è un benefattore…
-…e se ne vada, prima che ci ripensi.

METILPARABEN E’ nato e cresciuto al Colle Oppio, ha studiato dai preti, è commercialista, tifoso della Lazio e radicale. La combinazione di queste drammatiche circostanze lo ha condotto a sviluppare una fastidiosa forma di nevrosi ossessivo-compulsiva caratterizzata da crisi di identità: crede di essere il blogger Metilparaben.

2 Comments

  1. E no, Capricciò, vedi di non buttarla in calcio d’angolo.
    Lo sai benissimo che oggi i ‘media’ di regime non si occupavano di grazia, ma intonavano un coro pressoché unanime di osanna al brontosauro di regime per definizione e per mestiere che tu ben conosci e alla sua turpe offerta di amnistia+ referendum anti giudici: roba che (ma guarda un po’ il caso) toglierebbe le castagne dal fuoco al buon Berlusca, ma NON SOLO: pensa che sollievo per il PD e che garanzia per la tavola imbandita delle larghe intese :con le ricche ‘portate’ di affari, appalti, poltrone, clientele, cordate, banche, fondazioni che non sarebbero più a rischio.
    E’ QUESTA la sporca operazione di regime alla quale stanno alacremente lavorando i centri del potere: a partire da quello di una informazione totalmente conformata alle linee guida del Ministero della Cultura Popolare.
    Protagonista indiscusso e unanimemente riconosciuto di questa merda, o, se preferisci, di questa ‘peste’, è giustappunto il brontosauro di cui sopra, che ben conosci.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from politica

La festa spenta

Oggi è il 25 aprile. Come sempre, ci sono manifestazioni e cortei
Go to Top