un blog canaglia

è ora

in società by

Adesso il rischio è che alla Fini-Giovanardi, appena dichiarata incostituzionale, vengano attribuite tutte le nefandezze possibili e immaginabili, ivi comprese quelle di cui non è responsabile, che ci si sfoghi un po’ dicendo anche cose inesatte (tipo che senza quella legge Stefano Cucchi non sarebbe stato arrestato, ipotesi perlomeno discutibile per non dire del tutto infondata), che infine, come purtroppo accade spesso, si finisca presto per dimenticarsi tutto, si tengano buone le norme precedenti e si tiri allegramente a campare.
L’alternativa, vista l’occasione propizia, è che ci si prenda finalmente la briga di affrontare seriamente la questione, contemplando e discutendo concretamente, in modo documentato e senza pregiudizi ideologici la possibilità di legalizzare le droghe leggere, buttandoci alle spalle decenni di propaganda, approssimazione e (in più di un caso) idiozia per fare un autentico salto in avanti.
Credo che si tratti di una scelta da fare immediatamente, prima che la faccenda scompaia dall’agenda politica e in barba alle solite fregnacce in malafede secondo le quali ci sono altre priorità, non è il momento, ci si penserà in seguito.
Pensiamoci adesso: dandoci l’occasione, per una volta, di ragionare sulle cose con lucidità, responsabilità e cognizione di causa.
E’ ora.
Domani, lo sappiamo benissimo, sarà già tardi.

METILPARABEN E’ nato e cresciuto al Colle Oppio, ha studiato dai preti, è commercialista, tifoso della Lazio e radicale. La combinazione di queste drammatiche circostanze lo ha condotto a sviluppare una fastidiosa forma di nevrosi ossessivo-compulsiva caratterizzata da crisi di identità: crede di essere il blogger Metilparaben.

5 Comments

  1. Parole sante. Hai anche un’idea di cosa dovremmo fare, in concreto, noi poveri signor nessuno, o sono solo parole? Voi siete i radicali, non dovrei dirvelo io. Promuovete un referendum, oppure qualche iniziativa di piazza, come quando Pannella era in giro a distribuire spinelli e piantine (probabilmente l’ultima cosa giusta che ha fatto); se no, ditemi dove devo firmare. Fate un cazzo di qualcosa di più che teorizzare su un blog.
    Io, nel mio piccolo, sono già pronto ad aprire il primo coffee-shop d’Italia, appena ce ne sarà modo, con tutte le gabole che il pionierato comporta.

    • Per la verità proprio nel 2013 i radicali hanno promosso alcuni referendum, tra i quali la depenalizzazione per le droghe leggere. Quei referendum tuttavia, non hanno raggiunto le firme necessarie per essere approvati…

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from società

Al posto di Fabo

Già si sentono i rumori di fondo dell’esercito di fondamentalisti che si
Go to Top