un blog canaglia

Donnanana

in humor by

– No, no, fermo.
– Sono fermo, non mi muovo.
– Mi stavi facendo male.
– Ho notato, cosa faccio?
– Aspetta, mi giro.
– Ok.
– Prova così. Ok, ok, ok, NO! FERMO!
– Se urli mi fai prendere un colpo.
– Scusa, fa male anche così. Possiamo continuare coi preliminari?
– Va bene, però non chiamarli preliminari.
– Come devo chiamarli?
– Dopo due ore chiamali come ti pare ma non preliminari, chiamali armadillo.
– Stai facendo lo stronzo, non fare lo stronzo.
– Scusa. Non ci avevo mica creduto quando mi ha detto della vagina piccolissima.
– Lo so, non ci crede nessuno, pensano che esageri.
– Adesso ci credo.
– Ma dai?
– Dev’essere per quel detto, donna nana…uno si crea delle aspettative.
– Ti sembra una cosa bella da dire?
– No, però non sei altissima.
– Nana ci sarà tua mamma.
– Quanto sei?
– Uno e cinquantuno.
– Eh.
– “Eh” cosa?
– Niente, andiamo avanti coi preliminari?
– No, proviamo alla fiamminga.
– Alla fiamminga?
– Non conosci la posizione?
– No.
– Alla fiamminga è: stesi sul fianco, tu dietro di me.
– Ah. Si dice “a cucchiaio” non “alla fiamminga”.
– Io sapevo fiamminga.
– No, davvero, è il cucchiaio.
– Perché il cucchiaio?
– Oh, non saprei, perché sembra un cucchiaio?
– Un cucchiaio con un cazzo sopra?
– Non ne ho idea del perché.
– È volgare.
– Non l’ho inventata io, si chiama così. “alla fiamminga” allora?
– Hai presente i fiamminghi?
– Si.
– Credo che si riferisca ad una tecnica bellica usata durante la guerra dei cent’anni.
– Una tecnica bellica?
– Si.
– Una tecnica bellica tipo come?
– Non lo so, una tecnica bellica fiamminga.
– Una tecnica bellica fiamminga?
– Si.
– Comunque il cucchiaio non può funzionare, te lo dico subito.
– Perché no?
– Perché stante questa tua, diciamo, peculiarità, l’aiuto della forza di gravità è condizione minima e indispensabile. Nella posizione del cucchiaio la gravità influisce zero.
– Allora torno sopra?
– Si.
– Va bene, ok, piano! Ok. Piano! Fermo!
– Più fermo di così vado in tanatosi.
– Puoi ammorbidirlo un po’?
– Se posso ammorbidirlo?
– Un po’.
– Un po’ quanto? Due atmosfere? Ti sembra un canotto?
– Gesù, non potevo nascere con una vagina capiente, vero? Troppo facile.
– …
– Maledetta vagina minuscola!
– …
– Vuoi dire qualcosa? Devo parlare da sola?
– Credo si stia ammorbidendo.
– Davvero? Fantastico!
– Eh. Vedrai che divertimento.
– Dai che ce la facciamo, dai, dai, ok, ok così…no.
– …
– No.
– …
– No, così è troppo morbido.
– Ma pensa, davvero?
– Si, adesso è troppo morbido, puoi irrobustirlo un po’?
– No, santodio, non ho un quadro comandi. Non funziona così.
– Però non me lo avevi detto che avevi questo problema.
– Quale problema?
– Dell’impotenza.
– Ma fai sul serio? Son due ore che sta dritto come un cristo impagliato.
– Quindi adesso è colpa mia?
– No, figurati, è mia.
– È di quella puttanata che hai detto prima sulle donne basse, vi aspettate tutti che là sotto ci sia un’hangar militare. (piange)
– Però adesso non fare così.
– Sono tre anni che non scopo. Tre!
– Tre anni sono un sacco di tempo.
– Dio che voglia che ho!
– Si. Senti, allora io andrei.
– Non vuoi rimanere?
– No, preferisco di no.
– Magari fra un po’ ti torna duro.
– Appunto.
– …
– Allora io vado eh.
– …
– Ciao.

Originatosi nella provincia emiliano-romagnola, da bambino soffre d'asma e ha l'aspetto di un profugo albino del Mali, a quattordici anni gli parte lo sviluppo e prende rapidamente le sembianze del famoso dirigibile Hindemburg. Caparbio collezionista di imprese epiche che terminano regolarmente molto presto e molto male, incallito disegnatore di peni, detesta i film di fantascienza degli anni ottanta ivi compreso Blade Runner ma escluso Ritorno al Futuro, più di ogni altra cosa ama John Steinbeck poi, in ordine sparso, la panificazione domestica, dare fuoco alle cose, il giardinaggio, Phoenix Marie.

5 Comments

  1. -Più fermo di così vado in tanatosi.

    e le atmosfere e il quadro comandi … devo ancora finire di ridere.

    Canimorti sei un genio!

    E.C.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from humor

Go to Top