un blog canaglia

Continuare a ignorare la puzza

in mondo by

A febbraio dell’anno di grazia 2005 Joseph Ratzinger, a quei tempi Prefetto per la Congregazione della Dottrina della Fede (precedentemente “Sant’Uffizio” e ancora prima “Inquisizione”, tanto per dire) venne citato in giudizio in Texas per “intralcio alla giustizia” nell’ambito di un processo su tre casi di abusi su minori commessi dal seminarista colombiano Juan Carlos Patino-Arango.
Tuttavia, eletto al soglio pontificio il 19 aprile dello stesso anno, Ratzinger chiese di avvalersi dell’immunità diplomatica, in quanto capo di uno stato estero sovrano, per evitare di andare a deporre in tribunale: l’Amministrazione Bush acconsentì e il papa fu esonerato dal processo.
Orbene, io mi compiaccio del fatto che Bergoglio abbia annunciato di voler adoperare la proverbiale “tolleranza zero” contro i preti pedofili: ritengo, tuttavia, che tale intendimento sarebbe assai più credibile se fosse accompagnato dalla richiesta, da parte del dimissionario Ratzinger, di riaprire quel processo, e dalla sua disponibilità a recarsi spontaneamente in Texas per deporre e chiarire le cose una volta per tutte; anche se dovesse trattarsi, stanti le norme vigenti negli Stati Uniti d’America, di una richiesta meramente simbolica.
Anzi, per dirla tutta credo in mancanza di un gesto del genere la proclamata intenzione di “voltare pagina” sul fronte degli abusi sui minori da parte di esponenti del clero resterebbe sostanzialmente lettera morta: giacché quando un’organizzazione verticistica come Santa Romana Chiesa fa bella mostra di ignorare l’adagio secondo il quale il pesce puzza dalla testa, la sensazione è che in realtà intenda continuare, nonostante quanto va sbandierando in giro, a ignorare del tutto la puzza.
Saluti.

METILPARABEN E’ nato e cresciuto al Colle Oppio, ha studiato dai preti, è commercialista, tifoso della Lazio e radicale. La combinazione di queste drammatiche circostanze lo ha condotto a sviluppare una fastidiosa forma di nevrosi ossessivo-compulsiva caratterizzata da crisi di identità: crede di essere il blogger Metilparaben.

2 Comments

  1. Il problema é che “tolleranza zero” é una frase utilizzata dai nostri bravi giornalai per vendere e per farsi leggere. Il papa, tutto quel che può fare (e fa) é ridurre allo stato laico, per cui poi cade la protezione vaticana e se qualcuno si costituisce parte civile l’ ex prete può essere accusato e processato come un cittadino normale.
    Ed é interessante che Ratzinger abbia ridotto allo stato laico oltre 400 preti durante il suo mandato.

    • ma se li ha ridotti allo stato laico è presumibilmente èerchè una indagine interna ha dimostrato certe colpe…
      perchè ad esempio la chiesa non si fa parte civile nei processi contro queste persone… anche solo per il danno di immagine?
      di questi 400 se c’erano le prove di abusi tali da arrivare alla riduzione allo stato laicale, perchè non sono state consegnate alle autorità per l’avvio di indagini civili?

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from mondo

Go to Top