un blog canaglia

Schizzi

in internet by

A maggio del 2011 scrissi per l’Espresso un articolo nel quale, lungi dall’esprimere opinioni personali, mi limitavo a citare, virgolettate, alcune affermazioni che Beppe Grillo aveva fatto negli anni passati. Va da sé che ricevetti un’impressionante serie di improperi, insulti e anatemi, non solo sul sito dell’Espresso ma anche sul mio blog, nel quale avevo linkato il pezzo, e perfino privatamente via Facebook e posta elettronica. Quello che mi è rimasto più impresso, tuttavia, è uno dei tanti commenti che i grillini postarono sul blog del loro leader, che a suo volta aveva citato l’articolo, e che in qualche misura dava conto dell’immensa quantità di invettive insultanti che continuavano ad arrivarmi in ogni dove, al punto da indurre Alessandro Gilioli a prendere le mie difese:
merda
Per la serie: prima di lagnarsi degli “schizzi di merda digitali” degli altri, farsi un esamino di coscienza non sarebbe un esercizio inutile.

METILPARABEN E’ nato e cresciuto al Colle Oppio, ha studiato dai preti, è commercialista, tifoso della Lazio e radicale. La combinazione di queste drammatiche circostanze lo ha condotto a sviluppare una fastidiosa forma di nevrosi ossessivo-compulsiva caratterizzata da crisi di identità: crede di essere il blogger Metilparaben.

13 Comments

    • Ehm, Giuseppe… rispondo qui al tuo commento sotto.
      Il mio intervento era ironico, anche se ti do atto che non forse non era cosi chiaro.

      Il fatto è che la differenza tra i troll e gente che parla quasi sempre, nella mia limitatissima esperienza personale, aprioristicamente contro chi dissente da loro, è nulla.

      Se ti puo’ consolare ho votato M5S, ma non sopporto i grillini in giro per i forum. Da orticaria proprio. Come i troll.

      • Caro Jack
        Nella homepage di Libernazione, su 18 articoli 6 parlano (male) di Grillo e M5S. Quello di oggi di Absinthe riprende un fake e nella tag cloud la parola più evidenziata è “idiozia”. Se tanto mi da tanto, dovresti avere ancora orticaria.

  1. Il post ripesca una ‘querelle’ di due anni fa,mi aspettavo qualcosa di più fresco e frizzante.
    Gilioli,che in quella circostanza difese giustamente Capriccioli,si è espresso molte volte su Grillo e il suo movimento,spesso con accenti critici,ma anche riconoscendone i meriti e la funzione positiva svolta all’interno dei palazzi del potere.
    Una onestà intellettuale distante anni luce dall’accanimento becero e livido che si riscontra in queste pagine.
    E Capriccioli-oggi ridotto a riciclare una cosa veccbiotta-lo sa benissimo.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from internet

Zelig in evidenza

You realise che stai arrivando a Craco quando d’un tratto lo sconfinato
Go to Top