un blog canaglia

Rigori elettorali

in sport by

Voi adesso obietterete che parlo così perché sono della Lazio: però, abbiate pazienza, argomentare che siccome Juventus e Roma sono quotate in borsa, e stante il fatto che le sorti dei rispettivi titoli dipendono anche dai risultati sportivi, nelle partite che vedono impegnate queste due squadre (e già che ci siamo anche la stessa Lazio, che in effetti è il terzo club italiano quotato a Piazza Affari) è necessario abrogare gli errori degli arbitri, e non contenti sostenere questa suggestiva battaglia a tutela dei risparmiatori presentando un’interrogazione parlamentare al Ministro dell’Economia e un esposto alla Consob, rappresenta una delle alzate d’ingegno più fantasmagoriche che sia dato immaginare.
Fantasmagoriche, dico, perché convincersi di poter eliminare per via parlamentare gli errori umani è un po’ come cercare di impedire per legge che piova, o voler scongiurare le eruzioni vulcaniche mediante decreto: tempo perso, sprecato, buttato.
Casomai, sarebbe il caso di chiedersi se sia ragionevole che un’attività come il calcio, intrinsecamente sottoposta in misura assai cospicua non soltanto agli errori umani, ma anche all’approssimazione e al caso, venga svolta da società quotate in borsa, con tutto ciò che può conseguirne (e che in effetti, puntualmente, ne consegue) a livello di oscillazioni dei titoli.
Dopodiché, lasciando da parte queste considerazioni che appaiono scontate per quanto sono lapalissiane, il sospetto che mi viene è un altro: non è, dico per dire, che per un politico, la cui carriera è legata in modo indissolubile al consenso, cavalcare il disappunto popolare dopo una partita disgraziata (o “rubata”, come usa dire in questi casi) portando quel disappunto nientepopodimeno che in parlamento rappresenta una tentazione così ghiotta da non poter fare a meno di cederle?
Intendiamoci: la mia non è che un’ipotesi. Magari più fantasiosa dell’interrogazione in questione.
Però una cosa mi pare certa: tra qualche giorno, probabilmente, di quell’interrogazione non si avrà più alcuna memoria; mentre il suo autore resterà un beniamino nell’immaginario collettivo dei tifosi romanisti per molto, molto tempo.
Al di là delle congetture, questo mi sembra un fatto.

METILPARABEN E’ nato e cresciuto al Colle Oppio, ha studiato dai preti, è commercialista, tifoso della Lazio e radicale. La combinazione di queste drammatiche circostanze lo ha condotto a sviluppare una fastidiosa forma di nevrosi ossessivo-compulsiva caratterizzata da crisi di identità: crede di essere il blogger Metilparaben.

5 Comments

  1. Mah. Già il fatto di “tifare” per una squadra di calcio pone dei seri dubbi sulla percentuale di materia grigia utilizzata da chi si dichiara tifoso.
    Per il resto chi fa l’abbonamento allo stadio dovrebbe consegnare la tessera elettorale per 12 mesi.
    E’ scientificamente dimostrata l’inconciliabilità tra l’avere un’idea politica ragionata ed informata e il fare il tifo per una qualsiasi squadra di calcio professionistico.
    Oh, vale anche per chi segue MotoGP, F1 ed ogni altro sport governato da interessi miliardari…
    Ma scrivere meno baggianate ed andare la domenica a farsi una passeggiata in bici, una partitella di calcetto con gli amici o una nuotata in piscina no eh?
    Oh, per la miseria, il primo commento proprio da uno che del calcio giocato da altri non gliene importa un fico secco doveva capitare! Lazio, Roma, Milan, Inter, Juventus, Fiorentina… Akragas, tutte pari sono; l’oppio dei poverelli di spirito.
    Quotate in borsa??
    AHAHAHAHAHAHAHAHAHAAHAH!!!! E babbeo al cubo chi compra le azioni! Tessera elettorale nella distruggi-documenti e l’autodafè per costoro. Si si si…
    Wanna Marchiiiiiii dove sei??? Quanti affari avresti continuato a fare se solo avessi accettato di pagare il pizzo!

    • “Mah. Già il fatto di “tifare” per una squadra di calcio pone dei seri dubbi sulla percentuale di materia grigia utilizzata da chi si dichiara tifoso…..E’ scientificamente dimostrata l’inconciliabilità tra l’avere un’idea politica ragionata ed informata e il fare il tifo per una qualsiasi squadra di calcio professionistico…
      l’oppio dei poverelli di spirito.”

      Ma va????????

  2. intanto se io arbitro scommetto diecimila contro la lazio e poi la faccio perdere mi radiano e vado pure in galera, forse.

    se vendo* duecentomila lazio il venerdi e poi la faccio perdere e lunedi ricompro non se ne accorge manco lotito.

    * non so adesso se le operazioni allo scoperto si possono ancora fare – se no, basta cambiare i segni…

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from sport

Cattivi maestri

In tutta la vicenda dello scontro tra Valentino Rossi e Marc Marquez,
Go to Top