un blog canaglia

Quo usque tandem?

in politica by

Il Pdl ha preteso di bloccare i lavori del Parlamento perché la Corte di Cassazione, facendo il suo dovere, ha fissato un’udienza del processo Mediaset prima dell’estate per evitare la prescrizione.

Alcuni giornali si rallegrano che il blocco, minacciato prima per 3 giorni, si riduca a questo pomeriggio. In caso di mancato blocco il Pdl minaccia di far cadere il governo.

Mi chiedo fino a dove dobbiamo arrivare?

Fin quanto ancora il PD deciderà di tenere in ostaggio i voti di chi lo ha votato per aver un reale cambiamento, al fine di sostenere un Governo al fianco della destra più becera e irresponsabile d’Europa?

Non mi venite a raccontare che se cade l’esecutivo rischiamo sui mercati perché siamo stati clamorosamente bocciati giusto ieri ed il fatto che ci sia Letta al Governo evidentemente non cambia nulla: i mercati non sono pirla come noi, amici.

Se oggi blocchiamo il Parlamento per un pomeriggio cosa accetteremo di fare domani o dopodomani per tenere su un Governo che non ha alcun senso? Chiudere il Parlamento? Chiudere la Cassazione? Abrogare il codice penale?

Berlusconi minaccia di far cadere il Governo perché non si sente abbastanza garantito contro i suoi processi? Bene, fatelo cadere prima voi, amici del PD: non lasciategli quest’arma in mano.

Chiudiamo questa pagina vergognosa con un sussulto di dignità. Non facciamoci travolgere del tutto. Santè

(SINDACATO PAGANO) Nato in terre calde e prospere di disoccupazione si trasferisce giovinetto al Norte dove adesso lavora, rigorosamente a fini di lucro. Attende con speranza che Grillo faccia approvare il reddito di cittadinanza così da poter finalmente vivere come un rentier. Ha scelto il nome da usare nel blog guardando tra le bottiglie di alcolici di un amico rivoluzionario.

12 Comments

    • tranquillo, non siamo grillini, non daremo la colpa della minchiata del pd a Grillo. Non siamo abituati a prendercela contro giornalisti, elettori, politici a caso, imprenditori, troll, blogger prezzolati, trilaterale etc.
      La colpa della minchiata del pd è del pd, e della pessima strategia politica che sta tenendo.

      • bravo. hai detto una verità INCONFUTABILE. la colpa delle minchiate del PD è del PD. la domanda è : dato che non si tratta di piccole minchiate, come fai a stare ancora nel PD ?

        • al momento ci sono quattro alternative possibili. Votare PD sperando che prima o poi i Civati abbiano la meglio sui Franceschini, diventare berlusconiano (vabbè…), migrare verso un’ideologia totalitaria o non recarmi alle urne al prossimo giro.
          Sono combattuto tra 1 e 4.

          PS
          la definizione di ‘ideologia totalitaria’ non implica i gulag. Semplicemente qualunque movimento o partito che si crede rappresentante della totalità della nazione, a meno di venduti, idioti o gente in malafede. Esattamente quello che fa il M5S.

          • possibile ma improbabile che i civati abbiano la meglio sui franceschini. il loro motto (dei franceschini) è : NON PREVALEBUNT. in un partito così corrotto civati è destinato a soccombere. purtroppo. ma tu fai bene a continuare a votare PD : significa che hai FEDE !

        • è una bella lotta. Da un parte i Civati rischiano di soccombere, dall’altra i grillini dotati di cervello e capacità (e ci sono) rischiano di venire cacciati o per questioni di statuto, vedi due legislature, o perchè non sono pronti a sottoscrivere acriticamente qualunque minchiata partorita dal Capo.

  1. La meraviglia, o lo sgomento, o l’indignazione, nascono dal credere che i due partiti al governo siano DUE.
    E invece no!! Il PD è riuscito a smentire e ‘scavalcare’ Grillo, l’estremista che si ostina a parlare di PDmenoelle: ma il PD, sempre felice di fargli un dispetto, lo sbugiarda e gli “dimostra”, porcherie e schifezze quotidiane alla mano, che lui LA ELLE ce l’ha tutta, non scherziamo, lui E’ IL PDL…
    Non sono due partiti, ragazzi, sono LO STESSO partito, sono una cosa sola, con un solo programma, un solo progetto, un solo comune interesse…nessuna meraviglia, nessuno sgomento, nessuna indignazione.

  2. Beh insomma, tu ti chiedi fino a quando il PD dovrebbe sopportare questa situazione, e quelli invece votano assieme al PDL la sospensione delle attività parlamentari. Ho proprio l’impressione che la domanda “fino a quando?” andrebbe posta agli elettori del PD e non agli eletti…

  3. Si parla, a ragione, delle minchiate del PD. Mi piacerebbe sapere chi ne è il responsabile, chi decide cosa fare. Per esempio questa ultima cretinata sul fermo del Parlamento (reale o meno, non è questa il problema) chi l’ha decisa? Sarebbe bello avere un nome e cognome. E per favore, non ditemi che la decisione è di gruppo, uno che tira le fila ci dovrà pur essere. Chi?

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from politica

La festa spenta

Oggi è il 25 aprile. Come sempre, ci sono manifestazioni e cortei
Go to Top