un blog canaglia

risari

Qualcosa su Rodari

in scrivere by

A: Ciao, scriviamo qualcosa su Gianni Rodari?

B: Stai scherzando? E’ ancora vivo?

A: No, ma oggi avrebbe avuto 95 anni.

B: Io non so una minchia di Rodari, tranne che scriveva bei racconti che fanno ridere e che era comunista.

C: Che è il motivo per cui io, giovane virgulto di buone letture, leggevo Tolkien e non lui.

D:  Ma poi sei diventato comunista lo stesso, no?

E: Bello rodari heart emoticon (cheppalle tolkien wink emoticon)

C: è stata un’influenza passeggera, perché le basi erano solide.

D: Su Rodari c’è il rischio serio di trovarsi a scrivere un articolo con Serra e Gramellini.

F: Oggi Rodari, domani Sepulveda.

A: Cristo, NO. Rodari scriveva per bambini ed era un fico sulle tecniche umoristiche, Sepulveda sarebbe mediocre anche stesse in zone politiche meno sbagliate.

C: E dopodomani Pasolini.

B: Si inizia con Rodari e si finisce per celebrare Pol Pot, vergognatevi!

G: Ma Rodari chi, quello della Banda della Magliana?

H: Io so qualcosa su Gianni Risari, candidato sindaco con l’ulivo a Crema, ma di Rodari nulla.

I: Peraltro per un lungo periodo delle elementari ero convinto che Gianni Rodari fosse il mio maestro di religione. Era un gran porco il maestro Gianni, si faceva fare i massaggi dalle bambine e ci tirava i rotoli di carta igienica.

E: Anche Gianni Boncompagni non era male. Un mondo di grandi Gianni.

H: Gianni, l’ottimismo vola!

F: No, il più ottimista dei Gianni è il Morandi.

J: Tra i Morandi preferisco quello vero: Giorgio.

C: Per quanto su Morandi Z ha ieri detto una cosa importante.

A: Si però sarebbe un altro post.

*** UPDATE***

K: Gianni Rodari mi ricorda le mie elementari, quando mi incazzavo tantissimo perché ero convinta che anche io sarei riuscita a scrivere storie come le sue, vecchio bastardo.

 

Soundtrack: System of a Down – Toxicity

1 Comment

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from scrivere

zelig

Zelig in evidenza

You realise che stai arrivando a Craco quando d’un tratto lo sconfinato
Go to Top