un blog canaglia

politica/società

L’ottativo impossibile di Li Gotti (e un marziano)

Il congiuntivo esortativo, in italiano, è solo presente. Cioè se vogliamo invitare qualcuno a fare qualcosa siamo tenuti da Trieste in giù, come cantava la Carrà, a declinare “faccia (egli)” e non “facesse (egli)” al singolare, “facciano (essi)” e non “facessero (sempre essi)” al plurale. Se invece il nostro congiuntivo non esprime un’esortazione ma un… Keep Reading

politica

Mi appena vedere quell’aula trasformarsi in un’aula di tribunale

Ci risiamo. Si vota nuovamente sulla richiesta di arresto di un parlamentare e riparte la rumba del carcere sì carcere no. Da una parte si vorrebbe spedire sempre e comunque qualsiasi parlamentare indagato dietro alle sbarre (è la stessa parte che metterebbe i lucchetti alle porte di Camera e Senato e dichiarerebbe tutti in arresto… Keep Reading

società

Il resto

Dalle nostre parti, quando va bene, funziona più o meno così: all’inizio ti fai il culo, sacrificando tutto il resto, per avere in cambio di lì a qualche anno la paga doppia che ti hanno promesso. Poi, quando la paga doppia arriva, continui a farti il culo perché nel frattempo ci hai preso gusto, e… Keep Reading

sport

Finisce che tifo contro

Facciamo che l’Italia, alla fine della fiera, vince gli europei. Facciamo che si va in strada, si strombazza, si festeggia, qualcuno si ubriaca e qualcun altro si fa un bagno nella fontana del paese. Però, per pietà, non facciamo che viene fuori la solita storia degli italiani che hanno vinto proprio nell’anno dello scandalo scommesse,… Keep Reading

Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto
società

Il popolo è minorenne

Il popolo è minorenne, la città è malata, ad altri spetta il compito di curare e di educare, a noi il dovere di reprimere! La repressione è il nostro vaccino! Repressione è civiltà! (Gian Maria Volontè, Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto, 1970) Keep Reading

Articolo

Questo posto è una zarzuela

Zarzuela è un genere lirico drammatico-spagnolo. Popolare, antica matrice della sceneggiata napoletana. Leopoldo Mastelloni ne è stato forse il migliore inteprete in Italia. In un antico spettacolo dei primi anni ’70, in un teatrino off off off di Napoli spiegava a giovani molto marxisti cos’era la leggerezza delle piume di struzzo. Zarzuela è il palazzo… Keep Reading

società

Apologia della raccomandazione

Negli ultimi anni si è scritto e detto fino alla nausea (mia) che una delle piaghe italiane, uno dei morbi da debellare, è l’assenza di meritocrazia. Geniacci della carta stampata, politicanti di varia estrazione e sindacalisti di ogni sigla si sono dimostrati polifonicamente d’accordo e hanno ricondotto a questa mancanza fondamentale numerosi fenomeni, tra cui… Keep Reading

internet

Il vero “fail” di Anonymous è l’espulsione

Io avevo capito -ma forse sbagliavo- che per le comunità di hacker come Anonymous la liquidità e l’assenza di gerarchia fossero peculiarità irrinunciabili: anzi, ero convinto che proprio in quella liquidità e in quell’assenza di gerarchia consistesse la differenza decisiva -peraltro a più riprese proclamata e rivendicata- tra loro e tutti gli altri. Oggi, invece,… Keep Reading

società

Amaca chips /0 – Femminismo da paura

Un appello contro il femminicidio uno pensa che sia come un concerto contro la fame nel mondo, infatti la poltronissima è dei soliti noti di sinistra e ora arriva Pisapia in bicicletta. Mai più complici è uno slogan da rito collettivo di Quaresima, nessuno pensa di essere mai stato complice (ci mancherebbe) eppure si batte il petto… Keep Reading

economia/giornalismo/internet

Huffington: 6 cose da tenere a mente

Poi, benedetto un direttore di prestigio un po’ meno inviso alla Rete di Lilli Gruber ma che sappia badare al soldo, comincerà il reclutamento vero. Allora, blogger italiano, prima di rispondere alla fatidica domanda se trasferire il tuo piccolo blog sulle pagine dell’Huffington Post, ovviamente aggratis, dai un’occhiata a questo studio del NYTimes, o in alternativa tieni bene a mente i… Keep Reading

internet/politica

Il rinoceronte di Avaaz e l’illusione della politica

Non mi ricordo come e perchè ma una volta devo averlo fatto, firmare un appello di Avaaz. Praticamente questo secondo loro fa di me un “membro” anche se da quel giorno in poi l’ho cestinato insieme alla newsletter del supermercato. Comunque se una volta ho preso uno yogurt alla Coop questa a buon diritto mi… Keep Reading

1 79 80 81
Go to Top