un blog canaglia

Articolo

TTIP : Carlin Petrini mente, e chi gli crede è un tonto

Spendete due minuti e mezzo per guardare cos’è diventata la sinistra chic italiana, nella persona di Carlin Petrini. Un messaggio del genere dovrebbe insospettire chiunque sia dotato di senno: Petrini prospetta disastri epocali, ovviamente in base a indiscrezioni e spesso a vere e proprie costruzioni sulla base del nulla o a letture fantasiose di documenti… Keep Reading

cultura

Storie di libri abbandonati a metà / Ep. 1

“Perché accanirsi a leggere un libro orrendo? Per un malinteso senso d’orgoglio, per spirito di disciplina, per sfida a sé stessi? O – peggio ancora – per il semplice fatto che lo si è comprato? «Ho speso tredici euro per Acido solforico di Amélie Nothomb, a questo punto lo leggo fino in fondo». Che è… Keep Reading

società

Quelli che parlano ai concerti

In questa stramaledettissima società del baccano, sembra che si senta il bisogno di aggiungere rumore al rumore, trambusto al frastuono, cacofonia al suono. Probabilmente annichilita dall’assedio costante di cachinni tecnologici, logorree social e scoregge musicali, un certo tipo di umanità tenta di rivalersi darwinamente sulla specie più debole, ovvero su tutti coloro che vorrebbero invece… Keep Reading

cibo

Breve elegia del supplì

A Roma si mangiano i supplì. Sicuramente è un fatto noto di per sé, ma sulla mia pelle è una scoperta recente, perché qui si trovano davvero agli angoli di strada, nelle pizzerie al taglio che si ripetono piastrellando quasi ogni via della città. Il supplì è essenza della romanità verace, è sintesi di una cucina… Keep Reading

cultura/società

Chi ha paura del ‘piuttosto che’?

Ma davvero usare piuttosto che nel senso di oppure è un indizio dell’Apocalisse imminente? Me lo sono chiesto dopo aver riletto questo articolo del 2014 de Linkiesta, ripostato qualche giorno fa sulla pagina Facebook del magazine online, con tanto di didascalia che dice: “Una vera e propria battaglia culturale”. Nell’articolo si parla (non senza ironia,… Keep Reading

Articolo

Il Governo non ha capito a cosa servono i Dottorati

Riceviamo e pubblichiamo da Gherardo Vita, dottorando in Fisica al MIT “Il governo si prepara a stanziare oltre 16 milioni di euro per un programma di inserimento nel mondo del lavoro di chi è in possesso di un PhD, ossia un dottorato di ricerca. Già questo da solo dovrebbe far ridere. O piangere. Detta in breve… Keep Reading

economia

L’abolizione del roaming non è una buona notizia

Quando, la scorsa estate, era stato approvato il pacchetto di regole che prevede l’abolizione del roaming entro un anno, il coro patetico degli euro-entusiasti cantava vittoria. Mentre, negli stessi mesi, la stessa classe politica europea cedeva terreno su terreno ai populismi di destra e di sinistra, la cricca autoreferenziale di Bruxelles vendeva al popolino la… Keep Reading

politica

Votare non è mai un obbligo, far campagna per astenersi è sbagliato

A ben vedere, l’argomento che la costituzione, prevedendo un quorum al referendum, giustifichi la campagna per l’astensione non convince molto. Il quorum è un istituto che serve a evitare che minoranze organizzate possano sfiancare la democrazia rappresentativa promuovendo continue consultazioni alle quali i cittadini a lungo andare si disinteresserebbero, lasciando mano libera alle stesse minoranze… Keep Reading

politica/società

Vilipendio, satira e libertà

Sul finire del 1978, a poca distanza dalla salita al soglio pontificio di Karl Wojtyła, la rivista satirica il «Male» decise di prendere di mira il neoeletto papa polacco con una serie di attività dentro e fuori la pagina. Tra queste, lo storico staff editoriale composto (tra altri) da Pino Zac, Vincino, Vauro e Andrea Pazienza,… Keep Reading

politica

Una clava chiamata referendum

Non è più una questione tecnica, e forse non lo è sostanzialmente mai stata, quella del referendum del 17 aprile. Gli impatti sostanziali, sotto il profilo della politica energetica, di quella ambientale, sotto il profilo ecologico ed economico di ritorno, sono del tutto trascurabili, se dovesse vincere il sì. C’è un altro referendum, poi, in… Keep Reading

cibo/cultura/società

The true carbonara

Dear international amici, You have visto che razza di shit succed when you permit una french person di cook la carbonara. And infatt everyone in Italy are incazzati because this is one true schifezza. But poi succed che pure gli English si mettono a give lessons to the french on the carbonara and the pezza… Keep Reading

politica

Non è ingerenza, ora?

Vedo certi vescovi molto attivi, recentemente. Molto attivi in temi classicamente religiosi, come la politica energetica, le trivellazioni, l’ambientalismo. Infatti la CEI invita a maggiore attenzione al referendum, il vescovo di Taranto fa campagna per il SI dopo aver peraltro ben pasteggiato alla mensa dei petrolieri, insieme a quello di Lamezia Terme e tanti altri.… Keep Reading

arte/cultura/società

La Polonia dei murales tra voglia di bello e derive autoritarie

«Non c’è voluto certo un grande carattere/per il nostro rifiuto dissenso e opposizione/abbiamo avuto un pizzico del necessario coraggio/ma in fin dei conti è stata una questione di gusto/Sì di gusto» * Così si pronunciava nel 1981 Zbigniew Herbert, poeta dissidente polacco in esilio a Parigi, sulla necessità di combattere la dittatura comunista al potere… Keep Reading

1 3 4 5 6 7 81
Go to Top