un blog canaglia

Ottusità di genere

in società by

Udite, udite: il listino di Aministia, Giustizia e Libertà per le elezioni regionali del Lazio è stato escluso per violazione delle norme sulla parità di genere. Come dite? Troppi maschietti radicali nella lista? No! Troppe femminucce. Risultato: Antonella Casu ha dovuto rinunciare alla candidatura per far entrare in lista qualcuno col cromosoma Y. Ringraziamo di cuore le sostenitrici e i sostenitori delle quote di genere, che invece di preoccuparsi di cos’hanno in testa in candidati, si preoccupano di che cos’hanno (o non hanno) tra le gambe.

Triestina di nascita, della sua terra si porta dietro lo spirito patriottico, lo spritz e la tendenza a sottovalutare qualsiasi raffica di vento sotto i 130 km/h. Radicale, milanista e milanese nel cuore, dopo la laurea il suo corpo fugge verso la Perfida Albione. Qui ottiene un dottorato in storia economica con una tesi sul divario Nord-Sud dopo l’Unità d’Italia. Il suo cervello invece, grazie alla sua tesi e alla mai curata passione per la politica, rimane in larga parte in Italia.

6 Comments

  1. Siamo un paesucolo così del culo che veramente c’è un potere indemocratico che può escludere una lista per “non garantita parità di genere”?
    E noi stiamo qui a scrivere cazzate su quanto sia stato buono o meno Mussolini?

    Via da qui finché ci lasciano uscire.

      • La pensavo così. Poi mi sono accorto che a me, in fondo, più che spendere la mia esistenza per combattere i fantasmi che vivono nel cervello (diciamo nel cranio) degli italiani, sono interessato a spenderla per creare qualcosa di mio, fatto a modo mio, da proporre agli altri. Questa cosa potrebbe essere, chessò, un nuovo tipo di prodotto editoriale online piuttosto che un prodotto che prima non c’era, e che ti scopro? Che una cosa semplice deve essere complicata per soddisfare le perversioni di generazioni e generazioni di italiani.
        Ma io di vite ne ho una sola, se ne avessi due potrei usare la prima per combattere i mulini a vento e la seconda per fare quello che mi piace… ma una ne ho.

  2. Del tutto inappropriato considerato che anche la road map e le strategie di pari opportunità evidenziano la ammissibilità di iniziative tese a superare il gap di genere.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from società

Al posto di Fabo

Già si sentono i rumori di fondo dell’esercito di fondamentalisti che si
Go to Top