un blog canaglia

olim

Olimpiadi a Roma: una soluzione semplice

in politica by

Sembra che il tema Olimpiadi 2024 stia diventando l’argomento principale della disputa del Ballottaggio per l’elezione del sindaco di Roma.

In realtà, diciamolo subito, esiste una soluzione molto semplice.

E cioè far decidere i cittadini romani attraverso un semplicissimo referendum.

La richiesta c’è già ed è quella proposta mesi addietro dai Radicali.

Basterebbe che i due candidati a sindaco sostenessero tale iniziativa e, in subordine, si impegnassero, una volta eletti e qualora non si riuscisse a raccogliere le firme, ad indirlo con una loro iniziativa come previsto dallo statuto dell’ente comunale.

Si prendano la responsabilità di far decidere i romani.

Semplice, non vi pare?

Perché devono decidere Montezemolo o pochi altri?

Decidessero i romani se ospitare o meno queste Olimpiadi.

Si indice un referendum e si sceglie.

Ci saranno quelli favorevoli perché le Olimpiadi creeranno posti di lavoro e serviranno come occasione per rilanciare l’immagine e la reputazione mediatica di Roma dopo gli scandali degli ultimi anni.

Quelli contrari, per i quali sono solo l’ennesimo favore da fare ai soliti costruttori e palazzinari speculatori, l’ennesimo evento inutile in confronto ai tanti problemi che affannano la città, sui quali sarebbe meglio che l’azione amministrativa si concentrasse totalmente.

E quelli disinteressati che se ne staranno a casa.

Ognuno porterà a sostegno delle proprie tesi opinioni e tabelle con costi, benefici, vantaggi o svantaggi impattanti negativamente o positivamente sulla città.

Si vota e la maggioranza decide.

Si è votato sul nucleare e volete che non si possa fare un referendum sulle Olimpiadi?!

Perché avere paura delle decisioni delle maggioranze su un tema del genere?

Se in questi giorni sentirete dibattiti e insulti e teatrini vari, le speculazioni sulle frasi di Totti, gli aut aut di Montezemolo e Renzi o le ambiguità contraddittorie della Raggi, sappiate e dite che la soluzione c’è, è semplice ed è già partita..

Il referendum, appunto.

C’è un’iniziativa in tal senso che va avanti da mesi.

Seguitela e, se volete, sostenetela.

Soundtrack:’Higgs boson blues’, Nick Cave

5 Comments

  1. votare sul nucleare e’ stata una solenne idiozia e ha prodotto nefaste conseguenze. sulle olimpiadi a roma pero’ un referendum ci potrebbe stare, non e’ un tema troppo tecnico. mi chiedo pero’ perche’ la decisione dovrebbe essere demandata ai soli romani, visto che non sarebbero solo loro a pagare le eventuali olimpiadi

  2. Considerato che la decisione sul nucleare, dettata solo dalla paura del momento, ê stata una delle più grosse pirlate fatte, non mi sembra un grande esempio

  3. 1) Il referendum è una forma di democrazia diretta, sarebbe il caso di ricordarlo ad alcuni, anzi a molti. Se fosse esistito internet “ai tempi” del partito radicale chissà cosa ci avrebbe fatto.
    2) Chi è pro o contro le olimpiadi farà valere la sua opinione votando un candidato piuttosto che l’altro.
    3) Il Partito radicale è molto critico in merito alla realizzazione delle Olimpiadi, tuttavia la sua lista era in appoggio a Giachetti, che le olimpiadi le vuole.

  4. Ricordo a tutti che si decide solo sull’eventuale candidatura alle olimpiadi, l’assegnazione è un’altra cosa, ma da quello che leggo ultimamente sembra che molti considerino automatico questo passaggio.

    Per coloro che considerano il referendum sul nucleare un’idiozia o una pirlata: ogni volta che il popolo ha la possibilità di esprimere un parere, quali che siano l’argomento o gli esiti, è una buona cosa per la democrazia. Se la vedete come il fumo negli occhi, correte in edicola, che il Giornale ha appena pubblicato l’inserto che fa per voi, cari i miei fascistoni.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from politica

Go to Top