I porti greco-tedeschi

in Micropost by

Mette un certo sconforto continuare a leggere cosine complottare sui porti greci “dati ai tedeschi”. La notizia è vecchia, nel senso che il traccheggio di Tsipras e Varoufakis ha semplicemente posticipato un accordo già sostanzialmente chiuso mesi fa. Ma anche se non lo fosse, viene da chiedere a chi parla di un paese “svenduto” se la Fraport AG opera per conto del governo tedesco.  Forse i nostri commentatori immaginano che ora che i porti non sono piú gestiti dalla sapiente mano pubblica ellenica, la Fraport provvederà a trasportarli in Baviera o in Sassonia.

In realtà il fumo piú venduto si associa all’ormai immancabile argomento geopolitico: i paesi forti fanno i liberisti con i paesi deboli, ma poi a casa loro è tutto diverso. Come spesso accade, l’argomento geopolitico si basa sull’ignoranza o il travisamento della realtà dei fatti. Tipo la realtà del paese “forte” per eccellenza, in cui la stragrande maggioranza della gestione porti, aeroporti e sicurezza degli stessi è affidata a imprese straniere. Sarà il caso.

(TACO'S LETTERS) Conosciuto anche come “Mazzò”, è un famoso polemista pop italiano. Ospite abituale in numerosi show televisivi, figura di rilievo nella polemica pop italiana dalla metà degli anni ’60 alla metà degli anni ’70, è conosciuto per l’estensione vocale (tre ottave) dei suoi insulti, come per l’agilità dialettica nell’enumerarli. Ritiratosi dalle scene live nel 1978, continua a rilasciare post di grande successo.

2 Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*