twonightstand

B@st@

in Micropost by

– Ci dobbiamo mettere la parola amore
– Sì ovvio
– Però questi stanno su internet, dobbiamo farlo capire
– Oh oh mettiamo la chiocciolina invece della a
– Come quell’altro film di vent’anni fa dici?
– Quale?
– Niente, lascia stare.
– Oh oh e senti questa, APPuntamento. APP. Untamento.
– …
– L’hai capita? App come app, untamento.
– Sai che c’è, VA BENE, FAI COSÌ

(ESERCIZI DI LOGICA) Trapiantato a Milano in quasi giovane età, scrive tendenzialmente per dimenticare, cosa che gli riesce piuttosto bene. Soffre da molti anni di Sindrome di Ingegneria, diffusa ma poco conosciuta patologia psichiatrica che porta il soggetto a credere che qualunque interazione al mondo sia descrivibile con non più di quattro equazioni differenziali e a non capire perché abbia così pochi amici. Si lamenta di tutto.

5 Comments

  1. Ridicolo,

    ma trovo piu’ curioso che la lingua italiana non abbia il concetto di “Night stand”? Come lo tradurresti? mi vengono solo lunghe perifrasi.

    • Bè, per one night stand ci sarebbero robe tristi tipo “avventura” o poco utilizzabili come “una botta e via”. Niente di utile per un titolo decente, suppongo.

      • il che ci porta dritti dritti a MA PERCHÈ CAZZO DOVETE TRADURLO MALEDETTI INFAMI VI DOVREBBERO TRASCINARE PER I TENDINI DEI PIEDI FUORI DALLE MURA DI TROIA COME ETTORE

        • Canimorti, non si puo’ che poi si finisce con mettere in dubbio tutto il sistema del doppiaggio, e da li’ e’ un attimo a scatenare la fatwa.

          io un film titolato “du botte e via” probabilmente andrei a vederlo con alta aspetativa.

          Tra l’altro adattabile: Du botte e vi@

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*