un blog canaglia

Masochismo istituzionale.

in politica by

La soluzione che gira in questo momento in rete sarebbe una rielezione di Napolitano, con garanzia al Presidente che si voterà un governo di larghe intese tra PDL-PD-Monti-Lega che tra l”altro riformerà la costituzione introducendo semipresidenzialismo e doppio turno.

Ammettiamolo chiaramente: una simile soluzione sarebbe un tradimento degli elettori di quasi tutti i partiti, forse montiani esclusi, che il governo di larghe intese non si aspettavano né si auguravano.

Meno che mai si aspettavano un diktat sull”introduzione del semipresidenzialismo che è l”esatto contrario del modello istituzionale previsto dalla Costituzione attuale: nessuno dei partiti politici presenti in Parlamento ha mai messo nel programma di introdurre il semipresidenzialismo; di sicuro non in quest”ultima elezione.

Vi invito a riflettere, amici, avversari e compagni: pensate che un governo simile con un programma simile rispecchi la volontà degli elettori? Dei vostri elettori? Se lo pensate mi sa che non vi fate una passeggiata per strada ad incontrare persone comuni da un bel po” di tempo.

Specie voi, leader del fu centrosinistra: come credete la prenderanno quelli che vi hanno votato? Quanto credete che possa durare un governo così? Fin quando Berlusconi non deciderà di staccare la spina? 6 mesi? Un anno? Poi però si torna a votare e questa volta gli elettori non saranno magnanimi: vi hanno già mandato tutti i segnali del mondo. Il governo di larghe intese non lo vogliono: questa volta non ve la perdoneranno.

Pensateci, prima di accettare l”annichilamento definitivo. Se il prezzo è questo cercate un altro presidente: Bonino, Rodotà, chiunque non sia troppo sputtanato. Se non altro, fatelo per spirito di sopravvivenza. Santé.

(SINDACATO PAGANO) Nato in terre calde e prospere di disoccupazione si trasferisce giovinetto al Norte dove adesso lavora, rigorosamente a fini di lucro. Attende con speranza che Grillo faccia approvare il reddito di cittadinanza così da poter finalmente vivere come un rentier. Ha scelto il nome da usare nel blog guardando tra le bottiglie di alcolici di un amico rivoluzionario.

4 Comments

  1. Tutto come previsto…è chiaro che il PD con il pericolo del crollo del sistema partitocratico in cui è sempre sguazzato, si stringa all’avversario fantoccio di sempre: il PDL di Berlusconi.
    Mi sarei stupito del contrario. Il PD è un partito di non-sinistra

  2. Con la sinistra auto-esplosa, il futuro “governo di larghe intese” sarà in mano a chi comanda l’unica forza politica assolutamente monolitica (e ti credo: chi non obbedisce, sparisce) rimasta in Parlamento, il PDL: Silvio, tra l’altro futuro Presidente Presidenzialista della Repubblica Imperiale di Italia…

    Ed intanto, qualcuno in quello che era il Pd si sta sfregando le mani e lisciando i baffetti, convinto che il successore al Quirinale di Silvio sia lui…

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from politica

La festa spenta

Oggi è il 25 aprile. Come sempre, ci sono manifestazioni e cortei
Go to Top