un blog canaglia

Lunga vita ai senatori (a vita)

in politica by

Concordia discors: l’espressione è usata quasi proverbialmente per significare un’armonia che risulti da una discordanza di pareri, da un positivo contrasto d’idee o sentimenti, ecc.

Per esempio l’armonia che è risultata dalla positiva convergenza di PD, PDL, M5S e altri, è riassumibile nei 259 voti a 2 che il Senato ha accordato alla sperimentazione del metodo Stamina, e nei 361 voti a zero con i quali il Parlamento ha recentemente approvato la cosiddetta “mozione anti OGM”.

Ovvero, come mirabilmente sintetizzato dal Direttore di Le Scienze nell’ editoriale dello scorso luglio,  quando ci sono di mezzo questioni che impongono decisioni su basi anche scientifiche il Parlamento sceglie in base a logiche emotive – nel migliore dei casi – o ideologiche, nel peggiore. (…) senza il sussurro di una vocina controcorrente.

E prosegue:

Siamo di fronte allo sbando terminale di una classe politica che, anziché prendere decisioni responsabili, si rifugia nella pancia del paese e, avendo perso qualsiasi barlume di autorevolezza e credibilità, si illude almeno di poter conservare un po’ di popolarità assecondando gli umori delle piazze più rumorose.

Ecco perché, a mio modesto parere, la nomina di Carlo Rubbia ed Elena Cattaneo (QUI un suo ritratto su Wired) a Senatori a vita è un messaggio importante in un momento importante, con la speranza che, pochi ma ottimi, siano la vocina controcorrente che manca al nostro Parlamento.

 

2 Comments

  1. Concordo eccetto per un particolare: il parlamento vota quasi sempre sull’onda dell’emotività, non solo in riferimento a temi scientifici. È vero per temi etici In generale.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from politica

La festa spenta

Oggi è il 25 aprile. Come sempre, ci sono manifestazioni e cortei
Go to Top