un blog canaglia

Lucio, il bandito

in società by

Nell’Italia del 2013 succede questo: un radicale milanese si mette davanti a San Pietro, da solo, con un cartello.
Mica per insultare il papa, badate, ma per denunciare che a Milano stanno rimuovendo alcune tombe paleocristiane per costruire un parcheggio multipiano.
Lo fermano. Lo portano in commissariato. Lo denunciano. Lo rispediscono a Milano con foglio di via obbligatorio. Gli proibiscono di tornare a Roma per due anni, se non previa autorizzazione.
I forconi, nel frattempo, mettono a ferro e fuoco le città, occupano la metropolitana e qualche chilometro più a nord bloccano la frontiere con la Francia. Prima di loro i no-tav, le barricate, gli scontri in centro. Nel frattempo Grillo, per non farsi mancare niente, incita i poliziotti a togliersi il casco e unirsi alla folla.
E mentre tutti -me compreso- si sdilinquiscono sulla pancia del paese, sull’opportunità di comprenderla, sulla disperazione la rabbia la crisi che giustificano, non giustificano, spiegano o non spiegano la violenza, fisica e verbale, l’unico povero cristo che invece di scassare la minchia al prossimo compie un gesto nonviolento viene bandito da Roma come il peggiore dei delinquenti.
Poi dice che non è vero, che in questo paese c’è qualcosa -ma qualcosa di grosso, eh- che non va.

METILPARABEN E’ nato e cresciuto al Colle Oppio, ha studiato dai preti, è commercialista, tifoso della Lazio e radicale. La combinazione di queste drammatiche circostanze lo ha condotto a sviluppare una fastidiosa forma di nevrosi ossessivo-compulsiva caratterizzata da crisi di identità: crede di essere il blogger Metilparaben.

3 Comments

  1. E’ la stessa repressione che da decenni i “violenti” (studenti, manifestanti, etc) hanno imparato a conoscere. Bensvegliati!

  2. Scusate, ma in base a che legge? Non è che si parla di “Città del Vaticano” (che è uno stato straniero) e non “Roma”? Pura e semplice curiosità, tutta la mia solidarietà al signor Lucio.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from società

Al posto di Fabo

Già si sentono i rumori di fondo dell’esercito di fondamentalisti che si
Go to Top