un blog canaglia

renzurso

Lo sfondamento al centro

in politica by

“I soviet e l’elettricità non fanno il comunismo,

anche se è un dato di fatto che a Stalingrado non passano.

Lunga vita al Presidente! Lunga vita al Presidente!”

Manifesto, CCCP

Quel partito politico nato dalla fusione dei Democratici di sinistra (ex Pci) e della Margherita (ex sinistra democristiana) in contrapposizione viscerale al Berlusconi di Forza Italia, oggi ha un capo che insegue un progetto centrista che cerca di radicare occupando territori politici moderati e sulla carta “nemici”, anche a discapito di molti dei “principi” fondanti quel progetto medesimo.

Lo “sfondamento al centro” è sempre stato un cruccio della dirigenza ex picista e diessina, come presa d’atto dell’insufficienza a divenire da soli forza maggioritaria alle elezioni. Solo che adesso a metterlo in pratica è un politico che non proviene da quell’esperienza, ma che, attraverso le primarie, ha avuto anche da quegli elettori ex diessini, la delega e la consacrazione a guidare il partito democratico.

E’ ormai chiaro a tutti che siamo in una nuova fase politica, che il berlusconismo è scemato, il mostro è cambiato, e che il grillismo ha occupato il posto di nemico aggregante ed aggregatore.

Ieri, quindi, il segretario del partito erede anche del Pci è andato alla Domenica In di Canale 5 e, trattato come una superstar, ha potuto fare senza trappole o imboscate repentine, un vero e proprio show.

Una meraviglia totale. Saltati tutti gli schemi. Siamo quasi in piena rivoluzione culturale di maoista memoria.

Sarebbe stato “bello” vedere Prodi arrivare con Sircana in Maserati presso gli studi Mediaset, accolto da un giubilante Confalonieri che gli concede mezz’ora della rete e di Barbara D’Urso per un’intervista scintillante e priva di contraddittorio, chiudendo l’ospitata con la presentazione di Ivana Spagna.

Peccato che all’epoca Silvio stava però all’opposizione… ops, che cazzo dico, anche adesso sta all’opposizione.

Soundtrack1:”Cooperbanca”, Spartiti

Soundtrack2:”Sendero luminoso”, Spartiti

Soundtrack3:”Austerità”, Spartiti

Soundtrack4:”Fire on love”, The Gun Club

Soundtrack5:”Jane says”, Jane’s Addiction

Soundtrack6:”1979″, The Smashing Pumpinks

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from politica

Go to Top