un blog canaglia

Le dieci canzoni di cui vi vergognate.

in musica by

Ieri il maledetto Alessandro Capriccioli postava il seguente status su Facebook:

Un altro gioco potrebbe essere: una canzone che mi piace di un cantante che per il resto mi fa schifo; della qual cosa, magari, un pochino mi vergogno pure. Coraggio, gente, chi non ha almeno uno scheletro nell’armadio?

Io ho provato a non cadere nella provocazione e a non pensarci. Ma diciamocelo: non puoi resistere dopo un po’: tutto il trash immagazzinato per anni dentro di te è pronto ad esplodere… Basta uno status su FB per aprire il vaso di Pandora della propria abiezione musicale: decine di canzoni assurde ti ritornano in mente dopo secoli e tu non puoi resistere.

E, quindi, dopo un sabato sera e una domenica tormentata dai miei incubi di perversione musicale, ecco la mia personale classifica del trash. Non prendetevela con me: prendetevela con Capriccioli.

10° posto: Perdere l’amore di Massimo Ranieri. Tutti la conoscono e non si capisce perché. Un vero must.

9° posto: Ti lascerò di Fausto Leali e Anna Oxa. Lei canta con la r arrotata della campagna veneta, lui è vestito come il gobbo del Rocky Horror Picture Show col ricciolino alla Roby Baggio dei bei tempi che furono. Nel testo, frasi intramontabilmente senza significato, come “Ti lascerò provare a dipingere i tuoi giorni con i colori accesi dei tuoi anni“. Immancabile.

8° posto: Balla Linda di Battisti. Perché Lucio è Lucio, non scherziamo! Ma Balla Linda è davvero supertrash.

7° posto: Sono tremendo di Rocky Roberts. Con tuscie le ragascie sciono triemendo, le laccio guando voghlio e poi le ribrendo, nesciuna mi resciste ma mi arendo… Mezzo ammericano e mezzo romanesco: ce lo ricordiamo così il nostro Rocky!

6° posto: Si può dare di più di Tozzi, Morandi e Ruggeri. Buonismo, accordi triti e ritriti e rime facili. E poi, dico, Morandi, Ruggeri e Tozzi: come non amarla alla follia questa canzone?

5° posto: Tanta voglia di lei dei Pooh. Grande canzone davvero. Ma loro sono i Pooh. No, dico, i Pooh! Ditelo che piuttosto che ammettere che vi piaccia una canzone dei Pooh preferireste essere accusati di omicidio!

4° posto: Tu di Umberto Tozzi. Umberto è uno dei samurai del trash italiano. Per questo compare una seconda volta in questa limitata classifica. Tu dabadim-dabadam-dabadimbadin-badam! E non dite che non vi piace perché la musica della canzone è un semplice Giro di DO: non può matematicamente non piacervi.

http://www.youtube.com/watch?v=EE_4sl3K8es

3° posto: Amico è di Dario Baldan Bembo. Merita una menzione anche solo per essere la base di decine di cori da stadio. Grande musica, grande emozioni. E poi lui è uguale a Gianluca Vialli dei tempi d’oro.

http://www.youtube.com/watch?v=Zp2a7x9qVUg

2° posto: Pensiero d’amore di Mal. Non fate i furbi! Non vale dire “Eh, ma la ascolto cantata da Giuliano Palma!”. Mal è dentro di voi comunque.

1° posto: E tu di Claudio Baglioni. Perché vi ci vedo voi, a sedici anni, in piena crisi  di contestazione tardoadolescenziale darvi aree da poeta maledetto e   suonare solo De André e i Deep Purple. Ma poi la biondina al falò vi chiede di suonare “E tu”. E voi, vili! servi! giuda! Voi lo fate. Prendete e la suonate. E mentre voi lo fate la biondina limona con il suo fidanzato appena arrivato. E voi, intanto, la suonate.

Santé

(SINDACATO PAGANO) Nato in terre calde e prospere di disoccupazione si trasferisce giovinetto al Norte dove adesso lavora, rigorosamente a fini di lucro. Attende con speranza che Grillo faccia approvare il reddito di cittadinanza così da poter finalmente vivere come un rentier. Ha scelto il nome da usare nel blog guardando tra le bottiglie di alcolici di un amico rivoluzionario.

3 Comments

  1. Ahahah quasi tutte rientrano anche nel mio repertorio, e da questo si capisce che siamo circa coetanei, nati negli anni 70). Nella mia top ci metterei anche “Felicità” di Albano&Romina e davvero poco altro 🙂

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from musica

Go to Top