un blog canaglia

Le Appassionanti Avventure di Zio Herzog

in cinema by

Oggi, per la consueta rubrica, vi propongo tre aneddoti brevi invece che uno lungo.

L’aneddoto votato il migliore sarà eletto il migliore fra i tre.

1. Herzog vs La musica

Quando aveva 12 anni, al piccolo Werner fu imposto di cantare davanti a tutta la classe. Lui non voleva. La professoressa ha insistito, forse anche in maniera troppo concitata.

Immaginatevi come dev’essere sentirsi urlare da una professoressa in tedesco.

A causa di questo inconveniente, W. H. (che fu anche minacciato di espulsione dalla scuola da parte della preside, per questo suo rifiuto) decise di smettere di ascoltare musica, di cantare (sì, anche sotto la  doccia) e di utilizzare strumenti musicali fino alla veneranda età di 18 anni.

mqdefault
“hahwndwoswesefai alegria macarena, EEEEH MACARENA!”

2. Herzog vs il disagio sociale

A sua detta, durante i primi anni della sua vita zio Herzog abitava in un paesino talmente sperduto che mangiò la sua prima banana a 12 anni e fece la sua prima telefonata a 17.

resized_sadbanana-meme-generator-you-make-sad-banana-even-sadder-fd32d7

 

3.  Herzog vs Abel  Ferrara

Nel 1992 esce Il cattivo tenente, di Abel Ferrara.

Nel 2009 esce Il cattivo tenente – Ultima chiamata New Orleans, di Werner Herzog.

Nonostante il film porti lo stesso titolo, Herzog ha affermato che non si trattasse assolutamente di un remake (certo,  le coincidenze so’ tante. C’è pure lo stesso produttore. Però vabbè).

Abel Ferrara, di tutta risposta, non l’ha presa tanto bene.

Interrogato sul film, pare abbia detto (a proposito di chi ha lavorato sul film del 2009, maestranze comprese): “Spero che quella gente muoia all’inferno.  Spero che si trovino tutti sullo stesso tram, e che esploda.” [sic]

werner-herzog-012010
“Ma io so come difendermi.”

Al di là dell’immagine del tram, che fa molto vintage, la pesante critica di quel bonaccione hippy di Abel Ferrara viene affrontata da Herzog, al quale la riferiscono, con una risata: “E’ stupendo! Pensa che io stia facendo un remake. Ma lasciatelo combattere contro i mulini a vento. A parte questo, chi è Abel Ferrara? Non ho mai visto un suo film. Non so chi sia. E’ italiano? Francese? Chi è?” [sic]

Inutile dire che quando ho letto queste affermazioni ridevo come un’idiota.

In ogni caso purtroppo il bagno di sangue non ha avuto luogo.

Anzi, addirittura i due si sono chiariti, in occasione del festival del Film di Locarno, in Svizzera,  nel 2013, dopo che Herzog ha affermato che con A. F. ci avrebbe bevuto volentieri una bottiglia di whisky.

1425634_10201926395777930_55300425_n
Werner Herzog: Unisciti a noi per un bicchierino! Abel Ferrara: Levami quella CAZZO di macchina fotografica da davanti!

Happy ending, una volta tanto.

 

 

JJ

Nasce a Frascati nell’85. Vive, mangia e dorme a Roma. Ha una casa tutta sua. Ascolta la musica, specialmente le canzoni, e guarda molto cinema. Possiede una laurea in lettere di sua proprietà e ha scritto una tesi su Herzog, il quale ha dovuto farsela cancellare con un doloroso e dispendioso metodo laser. "Remember: there are no stupid questions, just stupid people." (Herbert Garrison, South Park)

5 Comments

  1. Posso votare la prosa invece del contenuto?
    So che suona come una sviolinata, ma se uno qualsiasi di questi aneddoti fosse raccontato in un normale saggio sul cinema sarebbe noioso e poco interessante.
    Invece anche solo le disdascalie sotto le foto rendono la rubrica fantastica.

    Pooooi .. se proprio devo votare, lo sguardo della sadbanana mi fa pendere per il n° 2

  2. Non so se il film di Herzog sia il remake del cattivo tenente di Abel, in ogni caso il film di ferrara è carino e piacevole, quello di Herzog è solo volgare e noioso. Gli aneddoti ( ma sono degli aneddoti questi?) del tutto insignificanti.

    • Accidenti se è carino e piacevole; infatti il Cattivo Tenente se non sbaglio parla degli Orsetti del Cuore e di buoni sentimenti.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from cinema

Go to Top