un blog canaglia

totti-10-capitano

La tassa Totti

in politica by

43 milioni di euro l’anno. E’ quanto il Comune di Roma spende per pagare la cosiddetta “emergenza abitativa”. Una somma incassata dai costruttori che affittano immobili al Comune, e dalle cooperative sociali come il Consorzio Eriches 29 di Salvatore Buzzi.

Schermata 2014-12-15 alle 14.13.39
Tra queste da tempo risulta anche l’Immobiliare Ten di proprietà di Francesco Totti, il capitano della A.S. Roma. La struttura, affittata regolarmente da Totti al Comune, si trova a via Tovaglieri, Tor Tre Teste, ed è stata scelta dall’amministrazione Veltroni con contratto 6+6: se l’amministrazione non disdice 12 mesi prima della scadenza si va avanti ad oltranza.
Nel residence di via Tovaglieri vivono 35 famiglie. Il comune spende per mantenerle la bellezza di 26 mila euro l’anno (cioè più di 2.100 euro al mese) per nucleo famigliare: un affitto da attico terrazzato al centro storico. Una enormità descritta da Sergio Rizzo, autore del celebre libro “La Casta”, domenica sul Corriere della Sera in un articolo dal titolo “Roma, affitti d’oro pilotati dai boss“.
Il risultato -scrive Rizzo- è che l’emergenza «temporanea» si trasforma sempre in emergenza stabile, con le famiglie (circa 1.850 in tutto) che restano perennemente a carico del Comune pure quando viene accertata la mancanza dei requisiti. Anche perché le ordinanze di sgombero quasi mai vengono eseguite“. Pare siano infatti più di 100 i nuclei famigliari attualmente residenti nei residence ad avere un reddito superiore a quello previsto dalla delibera 150 del 2014, o a possedere addirittura altre case di proprietà.
L’immobiliare Ten è parte di Numberten, la holding del gruppo Totti. Il settore immobiliare supera di molto i guadagni dei capi di abbigliamento di Never Without You, società gestita anche dalla moglie Ilary Blasi, che tra l’altro ne disegna alcune collezioni.
A Rizzo oggi replica, sempre sul Corriere della Sera, il Sindaco Marino, ricordando quando in campagna elettorale aveva promesso la conversione di queste ingenti risorse in buoni casa e la chiusura dei residence: “Li ho visitati e alcuni mi sono apparsi come dei veri e propri lager dove si vive anche in 8 in pochi metri quadri“. Costosissimi Lager insomma. Dopo più di un anno qualcosa pare muoversi.
Ma il risultato sembra difficile da portare a casa, specie se -tra gli altri- c’è di mezzo l’intoccabile “Pupone de’ Roma”.

Collabora principalmente con Radio Radicale dove dirige il format di inchieste Fai Notizia. Negli ultimi anni ha scritto per Il Manifesto, l'Unità, Europa Quotidiano, Il Garantista, L'Opinione, Il Riformista. È l'editoria ad essere in crisi, non crede sia lui a portare sfiga.

9 Comments

  1. Quando scrivete: “Nel residence di via Tovaglieri vivono 35 famiglie. Il comune spende per mantenerle la bellezza di 26 mila euro l’anno (cioè più di 2.100 euro al mese) per nucleo famigliare: un affitto da attico terrazzato al centro storico”…
    FATE BENE I CONTI, PERCHÉ…
    26.000:35 = 742,80
    Bocciati dunque sia in italiano per le cavolate scritte, che in matematica!

  2. Nagasaki ti lascio una traccia per un’altra tassa che entrerà in vigore dal primo Gennaio
    2015: la parificazione all’IVA per gli acquisti nello Stato in cui si procede all’acquisto.
    In sostanza se compri in Francia (paese con un’IVA al 15%) e l’acquisto lo fai dall’Italia l’IVA applicata sarà quella del paese in cui si procede all’acquisto e non più del venditore.
    Ma che bella l’Europa.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from politica

Go to Top