un blog canaglia

La mafia che vi ha salvato la vita

in società by

Dopodiché, mi piacerebbe fare una domandina a quelli secondo i quali la “comunità scientifica” non sarebbe altro che una massa di corrotti al soldo dei poteri forti che raccontano menzogne alle persone giocando sulla loro pelle al solo scopo di arricchire i soliti speculatori che dominano il mondo, da cui le scie chimiche e l’AIDS che in realtà sarebbe una bufala e i vaccini che fanno venire l’autismo e chissà quali altre fregnacce di ogni forma, colore e dimensione.
Ditemi un po’, amici: se, come sostenete voi, tutto quello che ci hanno raccontato negli ultimi non so quanti decenni non è altro che un coacervo di clamorose bugie, com’è che la vita media si è raddoppiata rispetto a un paio di secoli fa? Com’è, ditemi, che oggi non siete quel sacco ambulante di pulci, zecche, cimici, scolo e sifilide che sareste ancora, che saremmo ancora tutti, se a un certo punto la “comunità scientifica” di cui sopra non avesse detto “ok, vediamo di darci una regolata e capire come funzionano le cose”? Come cazzo è che dalle nostre parti non si crepa più non dico solo di peste, vaiolo, difterite e colera, ma manco, com’era normale che succedesse appena l’altroieri, di tonsillite, di dissenteria o di una banale infezione a un molare? Come spiegate, fenomeni che altro non siete, il fatto che ve ne state qua vispi e arzilli a sfoderare sguardi studiatamente scettici compiacendovi della vostra supposta sagacia e a sparpagliare a pioggia le vostre menate complottiste, invece di essere da un pezzo sotto un metro di terra, rosicchiati dai ratti e mangiati dai vermi, dopo aver condotto un’intera esistenza in balìa di terrori irrazionali, pericoli oscuri e sofferenze incomprensibili ed essere stati infine ammazzati da un male invisibile, da una forza ignota, da un malocchio impalpabile che lo stregone di turno non è riuscito a togliervi di dosso a forza di macumbe e riti propiziatori?
Chi è stato, se non la tanto vituperata “comunità scientifica”, a consentirvelo? Chi è stato, se non quella che aprendo bocca e dando fiato con indizi vaghi, illazioni non dimostrate e deduzioni traballanti definite mafia, schifo, merda, salvo essere vivi, vegeti e sentenzianti soltanto per merito suo?
Vi salva la pelle tutti i giorni, la comunità scientifica sui cui sputate veleno: più volte al giorno, più volte al minuto, in modi che neppure immaginate, tanto siete accecati dalla vostra smania di farvi belli cantilenando a pappagallo costrutti mentali privi di senso. Mentre dovreste ringraziarla e baciare per terra ogni mattina che vi alzate.
L’unica impresa che non le è ancora riuscita, per essere del tutto onesti, è trovare un modo per salvarvi dall’idiozia che vi affligge.
Ma pazientate, non disperate e magari ingannate il tempo inventando nuove e sempre più affascinanti teorie: vedrete che nel frattempo ce la farà.

METILPARABEN E’ nato e cresciuto al Colle Oppio, ha studiato dai preti, è commercialista, tifoso della Lazio e radicale. La combinazione di queste drammatiche circostanze lo ha condotto a sviluppare una fastidiosa forma di nevrosi ossessivo-compulsiva caratterizzata da crisi di identità: crede di essere il blogger Metilparaben.

17 Comments

  1. Appausi!

    @Lightingcloud: altro che “aggressivo”, data la quantità e qualità di idiozie che si trovano in rete e che qualcuno spaccia per “informazione” qualsiasi risposta non sia infarcita di insulti,contumelie e blasfemie su varie religione è da classificare automaticamente come “pacata”.

  2. Ahimè oltre all’idiozia della rete, che spesso tratta temi profondi con superficialità anche questo articolo dimostra che l’idiozia ha contagiato anche i ferventi sostenitori della comunità scientifica.

    Fatto strano che non si citi nel miglioramento delle condizioni di vita nessuno dei seguenti progressi essenziali all’aumento della vita media: l’invenzione dei sistemi di depurazione, l’essenziale contributo dato dai miglioramenti in campo alimentare, l’utilizzo delle macchine per sostituire l’uomo in lavori pericolosi o logoranti. Questa caro autore, si chiama EVOLUZIONE, non comunità scientifica, se non hai ancora capito questo ti ritieni un uomo facente parte la “comunità scientifica” per quanto mi riguarda sei Platone travestito da Galileo.

    Ricordando sempre da lor signori, che proprio la comunità scientifica ha messo al rogo svariati e svariati scienziati, salvo poi riabilitarli ad uso e consumo proprio quando meglio credeva. Proprio come la chiesa, ne più ne meno.

    E sebbene concordi che di cretinate internet sia pieno, ritengo a ragione di bollare il testo stesso : una benemerita patacca!

    • Poichè, come è noto, il miglioramento nella produzione e nella conservazione del cibo, la meccanica e la robotica piovono dal cielo, come le scie chimiche.

    • Cosa intende lei, di grazia, per comunità scientifica? Chi pensa che abbia inventato e progettato le cose che cita? Come le ha risposto Dracula, non sono certo piovute dal cielo.

    • “Ricordando sempre da lor signori, che proprio la comunità scientifica ha messo al rogo svariati e svariati scienziati, salvo poi riabilitarli ad uso e consumo proprio quando meglio credeva. Proprio come la chiesa, ne più ne meno.”

      Nope.

      “Una teoria scientifica è un modello o un insieme di modelli che spiegano i dati osservativi a disposizione, e che offrono predizioni che possono essere verificate. Nella scienza, una teoria non può essere mai completamente provata, perché non è possibile assumere che conosciamo tutto ciò che c’è da conoscere (compresi eventuali elementi che potrebbero screditare la teoria)” [fonte wikipedia]

      “ha messo al rogo svariati scienziati”
      Ha screditato alcune teorie che poi sono state dimostrate grazie all’avanzamento tecnologico

      “Quando meglio credeva”
      Quando ha avuto la possibilità di dimostrare o screditare la teoria (avanzamento tecnologico, nuove scoperte).

      “Proprio come la chiesa”
      Esattamente il contrario, una volta intrapreso il processo di canonizzazione non c’è modo di tornare indietro, ma solo di fermarsi ad un dato punto.

    • Chi dà dell’idiota agli altri, farebbe bene a non scrivere idiozie.
      Quanto al merito di tali idiozie da te scritte, altri hanno già chiarito la questione prima di me.

    • Goku dixit: “Fatto strano che non si citi nel miglioramento delle condizioni di vita nessuno dei seguenti progressi essenziali all’aumento della vita media:

      – l’invenzione dei sistemi di depurazione –> biologia, chimica ed ingegneria
      – l’essenziale contributo dato dai miglioramenti in campo alimentare –> dietologia
      – l’utilizzo delle macchine per sostituire l’uomo in lavori pericolosi o logoranti –> ingegneria meccanica

      Altro che “evoluzione”, come dici tu.

  3. Sei rimasto un pò indietro Metil, la risposta alle tue domande è facile: perchè un morto non serve a nulla, il malato a fare soldi. Così ci hanno allungato la vita per farci mantenere BigPharma.

    111!11

  4. Avrei voluto condividere.
    Appena l’ho letto mi sono detto: ecco! è quello che ci voleva. Sono un fisico dell’atmosfera e spesso mi trovo a dover spiegare che dietro quelle scie non c’è un complotto. Ma ho contato fino a dieci. Ho deciso, non rimbalzerò sui social questo sfogo.
    Non credo al “noi” e al “voi”, anzi sono certo che il successo dei complottismi stia proprio nella reciproca diffidenza che solca la nostra società. “Noi comunità scientifica”, “voi complottisti”. Oppure simmetricamente “noi cittadini critici”, “voi scienziati asserviti”.
    E poi sì, ricordiamoci le epidemie di peste, vaiolo, difterite e colera, ma non dimentichiamo uranio impoverito, eternit, pcb. Di motivi per diffidare di qualche scienziato è piena la storia. Come di qualunque categoria, per altro.
    Perciò, non senza cinismo, mi permetto di suggerire maggiore empatia.

    Già che ci sono, consiglio la lettura di “Contro il metodo”, di Feyerabend
    http://www.feltrinellieditore.it/opera/opera/contro-il-metodo-1/

  5. “Come spiegate, fenomeni che altro non siete, il fatto che ve ne state qua vispi e arzilli a sfoderare sguardi studiatamente scettici compiacendovi della vostra supposta sagacia e a sparpagliare a pioggia le vostre menate complottiste, invece di essere da un pezzo sotto un metro di terra?”

    non so gli altri, io mangio molta verdura.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from società

Al posto di Fabo

Già si sentono i rumori di fondo dell’esercito di fondamentalisti che si
Go to Top