un blog canaglia

Cirinnà_980x571

La Cirinnà e le critiche dell’Italia Migliore

in politica by

Neanche il tempo di approvarla, questa “mezza Cirinnà” che già ovunque è tutto un fiorire di dotte analisi politologiche, critiche feroci, aggressioni verso i protagonisti: Alfano, Verdini, Renzi, il Governo, il PD – e un’inspiegabile, vi giuro inspiegabile, santificazione dei Cinque Stelle.

Insomma, il mostro di tutta la faccenda è chi, alla fine, questa legge l’ha approvata. Non è un granché, certo, ci piaceva di più prima, certo, ma è un primo passo. C’è una leggina sulle unioni civili che è passata al Senato. Per molto meno è caduto più di un governo. Però, addosso. Altrimenti non siete sufficientemente progressisti, ché l’importante è ribadire che Alfano è retrogrado e puzza – e invece pensate un po’ ha votato la fiducia sul provvedimento. Ha chiesto qualcosa in cambio? Certo, così funzionano i parlamenti. Sapete chi invece non ha fatto proprio nulla per questo piccolo traguardo, se non un mortale, micidiale, continuo e inarrestabile casino, come da copione? Il MoVimento 5 Stelle. Che però erano a favore, eh, ci mancherebbe. Però sì, poi no, poi il canguro, l’sms, il controcanguro, mi si nota di più se vengo o non vengo, ma la democrazia signora mia, e le analisi di Dibba secondo cui è tutto un modo per nascondere il dissenso interno al PD (nascondere a chi, Dibba, che lo sanno pure le pietre?). Però, non si capisce come, secondo molti di questa storia non c’è niente per cui rallegrarsi, manco una briciola, e i grillini sono gli integerrimi salvatori della Coerenza, con la “C” maiuscola.

Verdini non è simpatico a nessuno, vi assicuro, è un politicante della peggior specie, ed è anche piuttosto abile nel fare questo mestiere. Però, sapete, la politica è anche (proprio?) questo: è compromesso. È continuo compromesso e mediazione – io do qualcosa a te, tu dai qualcosa a me, però prima lascia che ti convinca della bontà della mia idea e tu mi dirai della tua. I governi, ripeto, cadono su provvedimenti come questo in paesi come questo. Questo ha tenuto, e ha portato a casa il risultato. Non è il risultato migliore? Capita. Spesso, in politica. Se non vi sta bene, in effetti, l’approccio squadrista del MoVimento è ottimo per voi, lì si mantiene barra a dritta e pedalare.

Che poi alla fine, a chi oggi critica il PD per esaltare i 5 stelle, di fondo, delle unioni civili non gliene importa proprio nulla. L’importante è sentirsi persone migliori di Renzi e Alfano e dare addosso al Partito Democratico, alla politica brutta brutta del compromesso, mentre si sta comodi nei propri divani. È l’Italia Migliore, amici miei: c’era con Berlusconi e non se n’è ancora andata.

Quando ha la barba sembra vecchio, quando non ce l’ha basta parlarci un po’ per confermare l’impressione, in realtà è ben sotto la psicologica soglia dei 25. Più Toscana che Veneto, da un po’ è a Milano con furore. Porta avanti le battaglie della libertà del mangiar bene, bere bene, lavorare il giusto. Odia la globalizzazione solo quando non gli fa comodo. Con un Freak Fetish Disorder diagnosticato, sogna di fare una festa di laurea dalla cui torta escano un paio di ballerine succinte e Christian de Sica in smoking candido.

8 Comments

  1. La legge è discriminatoria e, come bene evidenziato da Manconi, lesiva della dignità delle persone. A me hanno veramente stancato le considerazioni di tipo vagamente sociologico o di analisi del costume, basate su rimproveri di “voler fare i progressisti”, o consimili considerazioni di contorno, di costume appunto, e che non affrontano il punto. Il M5S e il PD (tralascio gli altri gruppi) sono perfettamente corresponsabili della trasformazione del DDL Cirinnà nel DDL Alfano-Bagnasco. Chi glorifica il 5 stelle sbaglia di grosso, perché ha toppato in modo clamoroso e, con i discorsetti sulla coerenza sono in primis un’offesa alla logica (la più grave delle offese). Ma ciò non inficia il giudizio assai negativo non solo su questa legge, ma sul fatto di averla approvata in questo specifico contesto. Non si tratta di non volersi accontentare del passo in avanti e bla bla bla, ma di rimarcare come, nell’attuale momento storico, questo discorso sul “passo in avanti” è fuori fuoco, perché qui non si tratta più di gradualismo realistico, o di etica politica della responsabilità da contrapporre a quella, irresponsabile, della convinzione massimalistica parolaioa e infantile; ma si tratta di un ennesimo caso di obbedienza e soggezione, per ragioni di potere, all’arroganza clericale e antiliberale. In questo momento storico: quando cioè l’Italia è in una Unione Europea i cui membri più simili ad essa sono già molto oltre questo risultato micragnoso.

    • lesiva? non vedo come possa essere piu’ lesiva di quello che (non) c’era prima.
      Si poteva fare meglio e di più? Certo, magari avendo una maggioranza al Senato che non richiedesse accordi con Alfano (tipo con i 5S…)

  2. Invece poi magari c’è chi è ancora più incontentabile e critica PD, 5stelle, NCD. Eh pure tu quante ne vuoi, non ti sta bene niente. No, non mi sta bene chi gioca sulla mia pelle. Vado a specificare:
    PD
    Non siamo ipocriti: hai mai mercanteggiato con un venditore ambulante? Parliamo di come si fanno i compromessi? Se so che voglio vendere una cosa a 20 euro, dico che ne costa 40. Quello che la compra me ne offre 2, alla fine si arriva a un compromesso ragionevole. Se Renzi avesse voluto ottenere la stepchild avrebbe dovuto chiedere il matrimonio e fingere di accontentarsi della stepchild. Puntando come massimo obiettivo alla stepchild, ha ottenuto ovviamente meno del minimo sindacale
    5 stelle
    Grillo ha fatto quello che “nonpoteteneanchescureggiaresenonlodicoio” e poi dà la libertà di coscienza su questo ddl. Che sfortuna: una volta che mi sarebbe stato utile da dittatore. Loro poi si mettono d’accordo sul canguro, poi negano, poi non si presentano in aula. Fanno insomma i duri e puri cor culo mio. Pessimi.
    NCD
    Alfano ha votato una cosa che fa comodo a lui e non a me. Vedi che mo’ niente niente devo pure ringraziare uno che mi dice che sono contronatura. Siccome sono un’ottimista vorrei rispondergli “Grazie Alfano per il complimento dell’essere contronatura. Perché molte cose belle lo sono. Voglio dire: la cura contro il cancro non si trova in natura. Il cancro invece si trova in natura. Continui a restare dalla parte che crede, perché è quella che merita”.

    • “Se Renzi avesse voluto ottenere la stepchild avrebbe dovuto chiedere il matrimonio e fingere di accontentarsi della stepchild. Puntando come massimo obiettivo alla stepchild, ha ottenuto ovviamente meno del minimo sindacale”

      peccato che con il matrimonio si sarebbe trovato da solo senza una maggioranza, visto che anche i 5S erano in realtà contro (il testo che votarono del 2014 era ‘verso il matrimonio’ ma ad esempio escludeva l’adozione ex novo – non anche la stepchild come i grillodroni vanno cianciando). Per cui sarebbe andato a mercanteggiare con niente in mano, senza manco i suoi a votargliela

      • Veramente Renzi è partito con la stepchild dalla sua campagna elettorale, quindi ben prima di arrivare in Senato

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from politica

Go to Top