Il problema siete voi

bersani 30-08

Che poi, finalmente, sarebbe il caso di dirci la verità.
E la verità, con ogni evidenza, è che il Partito Democratico -e prima della sua fondazione l’area politica che grosso modo vi corrispondeva- si è lagnato per un ventennio di Berlusconi, sostenendo di non essere riuscito a batterlo per via delle televisioni, del conflitto d’interessi e via discorrendo, e subito dopo, senza neppure passare per il via, ha iniziato a frignare per i grillini, affermando che costoro avrebbero prevalso esclusivamente in ragione del populismo e della demagogia del proprio leader; declinando il tutto con un atteggiamento di superiorità di portata inversamente proporzionale ai risultati elettorali e accompagnandolo con continue accuse di irresponsabilità e idiozia ai danni di coloro che nell’arco dell’ultimo ventennio, per un motivo o per l’altro, abbiano avuto l’ardire di votare gli altri partiti.
Delle due l’una, amici del PD: o vi decidete a riconoscere che il vero problema non era Berlusconi prima e non è Grillo adesso, ma siete voi, che non siete stati capaci di battere politicamente né l’uno né l’altro perché non avete mai saputo offrire un’alternativa politica credibile e convincente; oppure, una volta per tutte, affermate esplicitamente che una quota rilevante -anzi, direi maggioritaria- degli italiani è formata da minus habentes del tutto incapaci di intendere e volere, e coerentemente vi assumete la responsabilità di ipotizzare, promuovere ed attuare una dittatura degli illuminati incarnata da voi e sostenuta dai pochi che a vostro parere hanno del sale in zucca.
Perché dopo vent’anni, credetemi, cibarsi le vostre lamentazioni e la vostra ingiustificabile supponenza è diventato un esercizio insopportabile perfino per i più pazienti.
Abbiate la decenza di scegliere. Poi, casomai, ne riparliamo.

Seguici su Facebook

27 Comments

  • Quando hanno scelto è stato ancora peggio: vedi riforma del titolo quinto della costituzione.

  • Rispondi marzo 5, 2013

    giuseppe

    “Non essere riusciti a battere…” mi sembra scorretto. Il PD, nonostante il difetto di dover comprendere un vasto assortimento di idee in un unico contenitore rimane un partito scelto da 7 milioni di persone. Facciamo che ogni elezione fa per se, le differenze col passato contano poco in presenza di concorrenti nuovi.

  • Rispondi marzo 5, 2013

    lightingcloud

    La dittatura degli Illuminati non è mica male, come ipotesi.

  • Rispondi marzo 5, 2013

    Stefano

    secondo me sono vere entrambe. La maggior parte degli italiani è fondamentalmente imbecille, perchè manca di visione futura. Meglio un ICI oggi che una gallina domani.
    La classe dirigente PD è altrettanto imbecille però. Se devo spiegare a mio nipote di 3 anni di non rotolarsi nel fango, non posso partire con un trattato di microbiologia.

  • Rispondi marzo 5, 2013

    Davide EquAzioni

    che buona parte della popolazione sia minus habentes è inequivocabile oltre che matematico correggetemi se sbaglio ma credo che statisticamente si possa affermare che “la metà degli italiani è meno intelligente della media”. allo stesso tempo è altrettanto vero che il pd fa cadere le palle e non è mai riuscito ad essere convincente nella sua proposta politica.
    forse la dittatura degli illuminati non sarebbe male, ma di certo gli “illuminati” non sono certo quelli del pd… ;-) (e, of course, nemmeno casaleggio & co)

    • Rispondi marzo 5, 2013

      Federico

      A livello puramente statistico sarebbe più corretto dire che “la metà degli Italiani è meno intelligente della MEDIANA”, perchè l’intelligenza può avere distribuzione diversa dalla normale ed essere quindi asimmetrica.

      • Rispondi marzo 6, 2013

        GAvan

        Hai ragione su una scala di intelligenza da 0 a infinito, ma se scaliamo l’intelligenza da – infinito (ovvero infinita stupidità) e + infinito, allora mi aspetto una distribuzione magari non semplicemente gaussiana, ma simmetrica. E siccome i casi di infinita stupidità mi pare abbondino, direi che mediana e media possono essere assunte come coincidenti ;-)

  • Rispondi marzo 5, 2013

    qfwfq

    ma la dittatura degli illuminati non l’ha già proposta Grillo?

    • Rispondi marzo 5, 2013

      ini

      stai dicendo che il Nuovo che Avanza (T.M.) la fara’ sua? :P

    • Rispondi marzo 5, 2013

      Stefano

      gli illuminati non lavano le canotte con la biowashball.

  • Rispondi marzo 5, 2013

    Marcosacco

    Purtroppo il naso si abitua agli odori, cosicchè il tanfo dopo un po’ non si sente più; è altresì vero che dopo un po’, se il tanfo finisce, il naso riacquista la capacità di percepirlo.
    Ora se tu fai finta di non sentirlo fatti tuoi, errare è umano perseverare è diabolico.

  • Rispondi marzo 5, 2013

    Paolo

    Non condivido questa idea che l’elettorato abbia sempre ragione a prescindere. La storia è lì a testimoniarlo. Hitler, ad esempio, fu eletto in regolari elezioni. A me sembra piuttosto che il PD abbia pagato il fatto di aver votato provvedimenti del governo Monti impopolari ma ritenuti necessari. Berlusconi li ha votati allo stesso modo, salvo disconoscerli in campagna elettorale, e questo ai suoi elettori è stato sufficiente. Decidete voi come giudicarli. Poi ovviamente si può ritenere che quei provvedimenti non fossero giusti e necessari, come fa il M5S, ma allora bisognerebbe spiegare in modo convincente cosa invece sarebbe giusto fare. A me Grillo non convince per niente.

  • Rispondi marzo 5, 2013

    Conte Cobram

    Non è colpa del PD il fatto che gli italiani siano ritardati (con tutto il rispetto per i portatori di handicap, non sentitevi offesi dal confornto), 3xBerlusca + Grillo non lasciano speranze. Il PD ha fatto la solita campagna elettorale normale con le proposte e i programmi, che, vista la congiuntura, sono “mangiamo merda per un po’, poi se gira bene possiamo smettere”. Cosa doveva fare? Raccontare cazzate come tutti gli altri?
    Quindi l’unica possibiltà è realmente una dittatura segreta degli illuminati, serve un partito di responsabili che faccia una campagna elettorale da folli, con cazzate improponibili, così gli italiani lo votano e poi, invece delle cazzate populiste, fanno un lavoro serio.

    In pratica abbiamo un 50% di deficienti, certificati. Bastava stare a sentire i commenti di quelli che PD no perchè non sono simpatici, o l’evergreen che hanno rovinato il paese in 15 anni di governo (WTF)

    • Rispondi marzo 6, 2013

      dado storti

      E’ questo sentirsi superiori che fà del PD e di tutti voi che lo esprimete con tanta leggerezza delle persone invotabili e che obbiettivamente si riempiono la bocca con la parola democrazia ma poi si sentono superiori al popolo, dichiaratevi, fate coming out.

    • Rispondi marzo 9, 2013

      annamaria

      Che roba agghiacciante!

  • Rispondi marzo 5, 2013

    GMC

    il PD esiste dal 2007, a chi vi riferite ?

    • Alessandro Capriccioli
      Rispondi marzo 5, 2013

      Alessandro Capriccioli

      “…è che il Partito Democratico -e prima della sua fondazione l’area politica che grosso modo vi corrispondeva- si è lagnato per un ventennio…”
      L’ho scritto, a chi mi riferisco. Almeno leggere.

  • Rispondi marzo 5, 2013

    Alessandro

    Diciamo semplicemente che Berlusca gli ha sempre fatto comodo. In fondo, Tom e Jerry sono in due…è Grillo che in realtà crea squilibrio, anche perché minaccia la loro stessa esistenza e non solo la loro. C’è rischio che la pacchia possa finire per tutti…cioè, per i cittadini è già finita da un pezzo, diciamo più che altro che finisce per loro.

  • Rispondi marzo 5, 2013

    Federico pure io

    Ok, diciamoci la verità. Vent’anni di tentativi di spallate, senza peraltro confutare il merito delle argomentazioni, qualcosa vorranno pur dire. Vent’anni di lotta alla persona e al suo comportamento privato, di ricerca di complicità internazionali in uno scellerato massacro nel quale l’abbattimento dell’avversario costituiva priorità assoluta nei confronti delle idee o, peggio ancora, del prestigio nazionale, non solo hanno prodotto danni incalcolabili di cui adesso tutti paghiamo le conseguenze. Non solo hanno autorizzato chiunque risieda all’estero a bacchettare il nostro paese. Ma hanno dimostrato che la politica del “tanto peggio, tanto meglio” , oggi magistralmente copiata dal Grillo di turno, non può sopperire alla mancanza di una vera visione del futuro. Si può anche essere antiberlusconiani, l’importante è chiarirsi gli obiettivi: abbattere qualcuno, ma per fare cosa?

  • Rispondi marzo 5, 2013

    Derpo

    “Delle due l’una, amici del PD: o vi decidete a riconoscere che il vero problema non era Berlusconi prima e non è Grillo adesso, ma siete voi, che non siete stati capaci di battere politicamente né l’uno né l’altro perché non avete mai saputo offrire un’alternativa politica credibile e convincente; oppure, una volta per tutte, affermate esplicitamente che una quota rilevante -anzi, direi maggioritaria- degli italiani è formata da minus habentes”

    Sempre pensato che fossero entrambe vere.

  • Rispondi marzo 5, 2013

    Stefano

    Prima lasciate che il PD abbia una maggioranza per governare, o meglio il centrosinistra. Quando avrà governato 5 anni, potrete criticare. Nei due anni dal 2006 al 2008 ha fatto buone cose, ma tutti dicono “il disastro”. E allora non si vuole vedere.
    Così come adesso non si vuole vedere che è arrivato PRIMO. Tutta ‘sta voglia di cambiamento dei grillini non è che 1/4 dell’elettorato (25%). Ricordo il 30,5% del csx, 30% del cdx, e 10% di Monti. Insieme fanno il 70,5%. E il 4,5% disperso (perché non ha passato lo sbarramento) forse è un’altra voglia di cambiamento un po’ meno urlante.

    • Rispondi marzo 9, 2013

      annamaria

      “Prima lasciate che il PD abbia una maggioranza per governare”
      Granitici,eh? La colpa è degli altri:c’è un lupo cattivo,”stupido,irresponsabile e populista” che non vi ‘lascia’ governare.
      Che si fa? Abbattiamo il lupo cattivo?

  • Rispondi marzo 6, 2013

    michele

    …la stragrande maggioranza dei commenti a questo post si “commentano” da sè… e ‘sti avveduti commentatori (loro sì illuminati) “criticano” altra gente… insomma, il bue che dà del cornuto all’asino.
    Bravi!

    • Rispondi marzo 6, 2013

      adriana

      invece il tuo commento cosa dice di bello? perché sarà colpa mia, ma mi sfugge.

  • Rispondi marzo 6, 2013

    dado storti

    Bellissimo articolo, andrebbe stampato ed affisso come un manifiesto. Peccato che molti commenti sembra non l’abbiano letto e continuano a dare la colpa a chi democraticamente vota.

  • Rispondi marzo 6, 2013

    Giuseppe

    Sembra un post scritto da uno che negli ultimi dieci giorni non ha mai letto un articolo di LIBERNAZIONE sulle critiche a Beppe Grillo.

  • Rispondi marzo 7, 2013

    Raphael

    Geniali quelli che dicono “il pd è nato nel 2007!” essì, un sacco di gente nuova nel PD, prima non c’erano sempre loro, nooo

Leave a Reply