bersani 30-08

Il problema siete voi

Che poi, finalmente, sarebbe il caso di dirci la verità.
E la verità, con ogni evidenza, è che il Partito Democratico -e prima della sua fondazione l’area politica che grosso modo vi corrispondeva- si è lagnato per un ventennio di Berlusconi, sostenendo di non essere riuscito a batterlo per via delle televisioni, del conflitto d’interessi e via discorrendo, e subito dopo, senza neppure passare per il via, ha iniziato a frignare per i grillini, affermando che costoro avrebbero prevalso esclusivamente in ragione del populismo e della demagogia del proprio leader; declinando il tutto con un atteggiamento di superiorità di portata inversamente proporzionale ai risultati elettorali e accompagnandolo con continue accuse di irresponsabilità e idiozia ai danni di coloro che nell’arco dell’ultimo ventennio, per un motivo o per l’altro, abbiano avuto l’ardire di votare gli altri partiti.
Delle due l’una, amici del PD: o vi decidete a riconoscere che il vero problema non era Berlusconi prima e non è Grillo adesso, ma siete voi, che non siete stati capaci di battere politicamente né l’uno né l’altro perché non avete mai saputo offrire un’alternativa politica credibile e convincente; oppure, una volta per tutte, affermate esplicitamente che una quota rilevante -anzi, direi maggioritaria- degli italiani è formata da minus habentes del tutto incapaci di intendere e volere, e coerentemente vi assumete la responsabilità di ipotizzare, promuovere ed attuare una dittatura degli illuminati incarnata da voi e sostenuta dai pochi che a vostro parere hanno del sale in zucca.
Perché dopo vent’anni, credetemi, cibarsi le vostre lamentazioni e la vostra ingiustificabile supponenza è diventato un esercizio insopportabile perfino per i più pazienti.
Abbiate la decenza di scegliere. Poi, casomai, ne riparliamo.

Tags: ,

Ci sono 27 commenti Partecipa alla discussione

Partecipa alla discussione