un blog canaglia

Il problema siamo noi, non la spunta blu

in internet/ by

Togliamo dal ragionamento gli stalker, ok? Togliamoli, ché con gli stalker diventa un problema anche abitare a un certo indirizzo: né, per dire, uno si può scagliare contro la consuetudine di assegnare un nome a ogni via e un numero civico ad ogni portone. Gli stalker sono roba da ordine pubblico, e come tali vanno affrontati, Whatsapp o non Whatsapp.
Ecco, stalker a parte io mi domando: chiunque siano A e B, se A dà il numero di cellulare a B, B gli scrive su Whatsapp, ad A non va di rispondere, oppure non può perché sta facendo altro, oppure non vuole dire dov’è, oppure ha deciso di far impazzire B per i motivi più disparati, B si incazza perché vede la famigerata spunta blu apparire sul telefonino e allora A e B litigano, si insultano, si odiano, si picchiano, si lasciano, sarà colpa di A e B oppure di quella spunta?
Voglio dire: saranno affari di A e B se A è uno stronzo/a che non risponde mai ai messaggi, oppure se B è un/a ossessivo/a-compulsivo/a che si fa prendere una crisi di nervi quando non ottiene una risposta entro tre minuti, oppure tutte e due le cose insieme, mirabilmente innescate in un meccanismo di reciproca amplificazione, o devono diventare tutti problemi di Zuckerberg che ha introdotto la conferma e l’orario di lettura?
Occhio: non sto facendo la predica né agli “sfuggenti”, che si lamentano perché verranno più facilmente “incastrati”, né agli ansiosi, che si lagnano perché vedranno aumentare la loro angoscia; anche perché probabilmente io stesso, a seconda delle situazioni, sono occasionalmente cascato nell’una o nell’altra categoria. Sto solo dicendo che mettere in croce Whatsapp per la propria stronzaggine o per la propria ansia non mi pare un’idea particolarmente sensata.
Dice: ma io questo software l’ho comprato.
E capirai, hai pagato 89 centesimi per un anno.
Dice: sì, ma è una questione di principio.
Benissimo: allora, se è una questione di principio, al limite chiedete a Zuck se vi rimborsa la quota parte di quegli 89 centesimi corrispondente alla porzione d’anno da oggi alla scadenza.
Ma per l’amor di dio, smettetela di far finta che il vostro problema sia la spunta blu.
Il vostro problema siete voi, e quella spunta non fa che metterci sopra un bel riflettore.

METILPARABEN E’ nato e cresciuto al Colle Oppio, ha studiato dai preti, è commercialista, tifoso della Lazio e radicale. La combinazione di queste drammatiche circostanze lo ha condotto a sviluppare una fastidiosa forma di nevrosi ossessivo-compulsiva caratterizzata da crisi di identità: crede di essere il blogger Metilparaben.

3 Comments

  1. Ma questo è niente, figurati che esiste tutto un sistema dello Stato per certificare che tu abbia letto il messaggio: si chiama raccomandata con ricevuta di ritorno. Uno scandalo.

  2. Le persone perbene (e ce ne sono moltissime) a certe categorie di donne non vanno bene. Dicono che sono sfigate.
    Eppure un coglione lo si vede, lo si nota è estremamente visibile e nulla fa per nascondersi: e fu amore a prima vista.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from internet

Zelig in evidenza

You realise che stai arrivando a Craco quando d’un tratto lo sconfinato
Go to Top