un blog canaglia

massimo-carminati-206213

Il “mondo di mezzo”, e il vostro sconcertante sconcerto

in politica by

Quello che mi sconcerta di più, alla fine della fiera, è il loro sconcerto.
Perché noi, noi radicali dico, in consiglio comunale ne abbiamo uno. Uno solo, da un anno e mezzo.
E vabbene, per dire, che quando si cresce alla scuola di Pannella si impara a “leggere” certi segnali in modo più attento, più intuitivo, più smaliziato degli altri: però, via, Magi è una persona assai intelligente, ma non è che sia un marziano, né che possegga un quoziente intellettivo triplo rispetto al resto dei politici italiani. Insomma, è una persona normale: con due braccia, due gambe e un solo cervello, come tutti gli altri.
Eppure, a quanto pare, di questa cloaca se n’era accorto solo lui: perché solo lui, fin dall’inizio, ha cercato di raccontarla.
Il che, sia chiaro, mi fa piacere, perché lavoriamo spalla a spalla da qualche anno, e ciò mi induce a pensare che tutto sommato lavoriamo bene; ma non può non condurmi, parallelamente, a una riflessione speculare: se se n’era accorto solo lui, significa che tutti gli altri non se n’erano accorti.
Nessuno, eh. Nessuno dei politici e dei giornalisti italiani e romani più navigati, più esperti, più pratici dei complicati meccanismi della politica locale.
Proprio nessuno. Perché nessuno ne aveva mai parlato, e adesso tutti si meravigliano.
Voi mi perdonate, vero, se questo lo trovo incredibile? Nell’accezione letterale del termine, dico, nel senso che proprio non ci credo?
Non credo, non posso credere a questo stupore, a questa meraviglia, a questo scandalo che sembra albergare in ogni dove. Come se quello che è successo fosse completamente ignoto a tutti, tra i non indagati, e apprenderlo li avesse colpiti con la forza devastante di un maglio.
E’ un fatto che definire strano sarebbe un eufemismo, e che potrebbe essere giustificato soltanto dalla deduzione di trovarci davanti a una massa di cretini di stupefacente -quella sì- portata.
Cosa che non è, perché è evidente che non lo è.
Ecco, continuo a leggere i particolari del “mondo di mezzo” e quello che trovo più sconcertante è proprio il loro sconcerto.
Sarà che siamo dei maliziosi, noi radicali.
Oppure, chissà, abbiamo un paio di cervelli a testa. E non ce n’eravamo mai accorti.

METILPARABEN E’ nato e cresciuto al Colle Oppio, ha studiato dai preti, è commercialista, tifoso della Lazio e radicale. La combinazione di queste drammatiche circostanze lo ha condotto a sviluppare una fastidiosa forma di nevrosi ossessivo-compulsiva caratterizzata da crisi di identità: crede di essere il blogger Metilparaben.

7 Comments

  1. Io trovo incredibile che Espresso/Repubblica pubblichi nel 2014 una foto di un pranzo dei gaudenti (PD, PDL, mafia romana) del 2010.

    Il giorno dopo l’ordine dei giornalisti avrebbe dovuto convocare i giornalisti e fotografi per sapere perchè hanno aspettato 4 anni per pubblicare la foto. In assenza di minaccie reali, questi giornalisti andrebbero radiati dall’albo.

  2. Fai come quelli che dicono: piove, e NESSUNO NE PARLA??? Non è da te. Chi sarebbe che cade dalle nuvole? Solo io ne ho letto in tutti i luoghi e in tutti i laghi? Non credo proprio

  3. @Federico

    Perfettamente daccordo.

    Ma a priori assoluto sconcerto per il totale silenzio dei vertici del PD come se nulla fosse successo e per le deliranti dichiarazioni di Orfini nella serata di ieri.

  4. Il vademecum del buon cittadino all’ennesima prova traccia l’ennesimo solco di disprezzo verso la politica. Alemanno e soci sono poi quelli che ci vengono a fare la morale in parlamento con Renzi che trascende l’importanza di un seggio vuoto e un Mussolini che li avrebbe fatti tutti fucilare.

  5. “ma non è che sia un marziano”.

    Per Pannella sì che lo è, così come lo è per la piccola cosca di badanti che lo assistono.

    Magi e tutti i radicali-Roma sono da tempo tra i più boicottati e perseguitati .
    La loro candidatura in una lista civica per Marino è stata demonizzata e ostacolata in tutti i modi, perché considerata poco utile al capo.

    Inoltre su Magi, circa un anno fa, Pannella ha scaricato l’accusa vergognosa e incredibile di aver fatto imbrogli sulla raccolta-firme e di averle nascoste a casa sua.

    Da poche settimane la situazione è un po’ mutata e Magi è stato eletto presidente di ‘radicali italiani’ grazie ad una schiacciante maggioranza che nell’ultimo congresso ha spiazzato la cosca dominante e imposto una linea in parte-solo in parte-diversa.

    Queste cose vanno chiarite. Per completezza e correttezza.

  6. Non è per fare “ve l’avevamo detto, noi”, ma la mailing list del M5S è un continuo di allarmi e denunce di brogli e arraffamenti. Da anni.
    Quindi non è che non se ne fosse accorto proprio nessuno: è che quelli che se ne accorgono sono sempre quelli senza tessera del country club “della politica bene”

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from politica

Go to Top