un blog canaglia

Il mischione di Grillo sui gay

in politica/società by

Mi corre l’obbligo di comunicare a Beppe Grillo che le unioni civili tra omosessuali, il riconoscimento delle coppie di fatto e il matrimonio gay sono cose alquanto diverse: al punto che tra coloro che sono favorevoli ad attribuire diritti alle famiglie omosessuali è tuttora in corso un cospicuo -e spesso aspro- dibattito per stabilire quale delle predette soluzioni sia meglio adottare.

Ora, a me fa piacere che il Movimento 5 Stelle sia favorevole, in un modo o nell’altro, a riconoscere diritti alle coppie gay; però mi piacerebbe capire in che modo intende farlo, perché dal post con cui il nostro amico interviene sull’argomento la cosa non si capisce: prima si dichiara favorevole alle nozze omosessuali, poi dice che i documenti della Concia e di Scalfarotto riguardavano le unioni civili -e invece riguardavano il matrimonio-, quindi si lamenta del fatto che in Italia non siano mai stati introdotti i Pacs, e infine invoca a gran voce una legislazione sulle coppie di fatto.

Orbene, siccome trattasi di fattispecie assai diverse che implicano diverse conseguenze -si pensi alle adozioni, tanto per dirne una-, sarebbe il caso di evitare i mischioni e di specificare in modo chiaro a cosa si è favorevoli e a cosa si è contrari.

Altrimenti, anziché chiarire le cose, si fa casino e basta.

METILPARABEN E’ nato e cresciuto al Colle Oppio, ha studiato dai preti, è commercialista, tifoso della Lazio e radicale. La combinazione di queste drammatiche circostanze lo ha condotto a sviluppare una fastidiosa forma di nevrosi ossessivo-compulsiva caratterizzata da crisi di identità: crede di essere il blogger Metilparaben.

8 Comments

  1. Assolutamente d’accordo con Lei, Capriccioli. Io rispetto i militanti del M5S, ma non voterò mai per loro fino a che non si libereranno del (dei?) loro guru: basta leggere con un po’ di continuità il blog di cui sopra per rendersi conto che lo scopo principale del suo estensore è quello che Lei diceva alla fine del suo post, ovvero fare casino e basta (la vecchia storia del “purchè se ne parli”).

    Saluti

  2. Matrimonio è incontrovertibilmente “matrimonio”, qualunque significato Grillo attribuisca a “coppia di fatto”, pur facendo bene a chiedere chiarimenti, ci si può mettere l’anima in pace: Grillo (non necessariamente il m5s – ma credo proprio anche il m5s) è per i matrimoni gay.

  3. Ma il movimento esiste al di là di Grillo, dicono loro. Un po’ come leggere i commenti ai post sul suo blog. Molti ci scrivono, quanto li leggono? Ecco, appunto… Divertente passare dalla rete come strumento di lotta contro l’informazione controllata alla rete come strumento di rivendicazione della propria esistenza oltre a ciò che viene pontificato dal pulpito. 2.0, la percentuale che auspico.

  4. Sempre meglio di bersani che ha dichiarato: ” diremo che una coppia omosessuale ha diritto ad una dignità sociale e ad un presidio giuridico”

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from politica

La festa spenta

Oggi è il 25 aprile. Come sempre, ci sono manifestazioni e cortei
Go to Top