un blog canaglia

Il discorso mai pronunciato di François Hollande

in politica by

Cittadine e cittadini di Parigi, popolo di Francia e tutti voi, esseri umani del mondo intero.

Mi rivolgo a voi nel momento più buio della mia presidenza, e uno dei più bui nella storia di questo Paese e dell’Europa. Ciò che è successo stanotte mi riempie il cuore di sgomento e tutti i miei pensieri vanno agli amici e ai parenti delle vittime. Voglio esprimere la mia, seppur insufficiente, riconoscenza per tutto il personale medico, per le forze dell’ordine e per ogni cittadino che ha offerto un aiuto e ringraziare tutti coloro che ci hanno espresso vicinanza e solidarietà.

Ma più di ogni altra cosa voglio rivolgermi a voi, responsabili di questo orrore, a voi che vi siete macchiati di quest’atrocità, a voi che sperate che io parli di “giustizia” e di “guerra”, io vi dico che non ci sarà vendetta, che dimostreremo che la nostra società è più forte dell’odio, che di fronte al vostro desiderio di oppressione noi risponderemo con ancor più libertà, che quando vi troveremo vi sarà garantito ogni diritto, sarete giudicati in un processo equo e, se condannati, sconterete la vostra pena e vi riaccoglieremo nella società, che non piegheremo le nostre leggi ed i nostri diritti in nome di un fantomatico desiderio di sicurezza perché la nostra sicurezza deriverà dal non cedere al ricatto dell’odio.

Faremo tutto questo perché siamo convinti che credere nel nostro modello di società, basata sul diritto e la libertà, sia migliore del vostro basato sulla violenza e l’oppressione; e lo faremo perché se persone che vivono tra noi arrivano ad odiarci al punto da commettere queste atrocità, anche noi siamo colpevoli: siamo colpevoli del fatto che loro non si sentissero parte di noi, che non siamo stati capaci di integrarle ed accettarle, che le abbiamo spinte ad ascoltare chi parla di guerra e violenza.

Questa tragedia ci mette di fronte al nostro fallimento ma non permetteremo che i nostri sforzi siano resi vani. Prendendo in prestito le parole che il mio collega Jens Stoltenberg si trovò a pronunciare a seguito di una simile sciagura, vi dico che a questo orrore noi risponderemo “non con meno apertura, con meno diritti e con meno tolleranza, ma con più apertura, con più diritti e con più tolleranza”.

Grazie a tutti voi.

Francoise Hollande (discorso mai pronunciato Venerdì 13 Novembre 2015)

8 Comments

  1. “Cittadine e cittadini di Parigi, popolo di Francia e tutti voi, esseri umani del mondo intero.”
    ridurremo Raqqa a un parcheggio
    (cit Homeland s05e01)

  2. Ci penso, e non sempre sono convinto che “siamo cosi’ tanto migliori di voi che siamo pronti a farci ammazzare per dimostrarvelo” sia la soluzione giusta.

    Anche lo stile Homeland/24 mi lascia perplesso.

    Non ho una soluzione. Magari domani.

  3. Sì certo più diritti e tolleranza. Per chi li vuole. Per chi non li apprezza in quanto è cresciuto fin da piccolo a Corano et simila solo GBU-12.

  4. Non penso che la guerra sia in grado di risolvere problemi come questo, ma nemmeno tollerare gli intolleranti, specialmente quando questi ti possono fisicamente eliminare, è una cosa astuta.
    La triste realtà è che purtroppo molti esseri umani pensano solo al proprio tornaconto ed a dominare gli altri, è con questo problema della natura umana che dobbiamo realmente confrontarci e non vedo una soluzione a portata di mano.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from politica

Go to Top