i radicali rinunciano alla figa

in politica by

La lista dei radicali alla regione Lazio, ricusata dall”ufficio elettorale per la presenza di una donna in piu” e quindi per il non rispetto della parità di genere che la legge regionale del Lazio stabilisce per parità di numero tra uomini e donne nel listino, è stata riammessa col ricorso al TAR.
Questa è tutt”altro che una buona notizia. Per essere riammessa, infatti, ha dovuto rinunciare alla presenza di una donna, e quindi alla lista cosi come si voleva presentare.
A questo punto non si capisce perchè, epurazione per epurazione, non abbiano accettato quello di Zingaretti di rinunciare alla candidatura nelle liste radicali dei due consiglieri uscenti Rossodivita e Berardo.
Una volta i radicali si autodenunciavano per chiedere l”applicazione delle leggi o per  scardinare quelle liberticide e proibizioniste, oggi le male interpretano e poi riccorrono al Tar.
E poi  vinto il ricorso, il candidato Presidente Rossodivita dichiara che è questa una vittoria delle donne.
Questa dell”esclusione per eccesso di figa era l”occasione di lotta politica in una campagna elettorale che sarà inutile e noiosa.

Il perchè l”ho spiegato qui: LISTA RICUSATA PER ECCESSO DI FIGA

 

E invece staremo a lamentarci e a scioperare perchè non ci mandano in tv. Il che è vero, ma noi siamo alternativa per altro.
Con questo video c”eravamo riusciti.

Immagine 692

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*