Grillo non sa scrivere in italiano

in politica/ by

Oggi ho provato a leggere il post di Beppe Grillo che ha scatenato l’ira di Matteo Renzi. Dopo poche righe mi sono accorto di non aver capito nulla. Mi sembrava di aver saltato interi pezzi di frasi, come quando si è distratti o del tutto disinteressati al testo. “Sarò prevenuto”, ho pensato, “e si deve essere attivato in me il filtro automatico delle stupidaggini”. Così ho ricominciato dall’inizio cercando di fare più attenzione. Niente da fare, dopo una decina di frasi avevo completamente smarrito la strada del discorso. Allora ho fatto un terzo tentativo, leggendo molto lentamente ogni singola parola. E ho capito che non era colpa mia.

Refusi. Errori grammaticali. Punteggiatura messa a caso. Subordinate e reggenti del tutto slegate tra di loro. Tempi verbali schizofrenici. C’è un periodo lunghissimo contenente la bellezza di tre “due punti”. Tre! Un disastro totale. Come fa una persona a non diventare pazza leggendo una roba simile?

Sembra di leggere quei commenti su Facebook senza capo né coda, scritti velocemente e senza essere riletti. Postati da autori che probabilmente in quel momento stanno facendo o dovrebbero fare attenzione a tutt’altro. Senza poi considerare i contenuti, che  o sono del tutto insensati, come quei discorsi di Trapattoni letti dal Signor Carlo della Gialappa’s (“Una notizia falsa è una cosa non vera al posto di una vera, oppure al posto di niente […] E’ il progetto mediatico per l’europa”), o sono insulti di una gravità abissale (Verdini e chi ha governato grazie a lui equiparati rispettivamente a Pacciani e ai compagni di merende). Viene da pensare che sia tutto studiato, tanto pare artificialmente imbarazzante.

Ma forse scandalizzarsi e indignarsi non è la mossa migliore nei confronti di Grillo. Forse una sana perculata è ciò che ci vuole. E allora, invece di proseguire in analisi approfondite sul lessico, sulla logica e sulla grammatica di Beppe Grillo, vi lascio di seguito otto commenti. Solo uno proviene dall’articolo di Beppe Grillo, mentre gli altri sono presi da Facebook. Sapete dire quale? Alla fine, la soluzione (è scritta in bianco, dovete evidenziare il testo).

1. Tutto lo scandalo del PD sta coinvolgendo anche gli altri partiti e ora di dire basta a tutti quei scandali successi negli ultimi 5 anni. L’ Italia sta vivendo momenti veramente vergognosi e ora di finirla datti una mossa e vedi di smuovere tutti i parlamentari onesti e rispondere concretamente a tutti gli Italiani.

2. Renzi è il PD sono la malattia che vuole spacciarsi per cura, lo hanno capito tutti, lo hanno capito anche loro ma, sono in preda all’istinto di sopravvivenza, solo che una società la si governa con il cuore e con la ragione non con l’istinto di chi è prossimo all’estinzione politica…
Ci vediamo alle imminenti amministrative per l’ennesima batosta dedicata a lor signori…

3. L’unica notizia vera è la frase più infelice e stupida della storia, quella del rottamatore che riuscì a rottamare il solo il padre. È appena incominciata un’altra diarrea mediatico/giornalistica, articoli e approfondimenti del nulla su papà Tiziano, nomi che sono gli stessi per tutti: Romeo, accuse non chiare, ipotesi creative , inventate da una stampa che ha un solo compito… fagocitare quello che resta della democrazia e dell’idea di famiglia. Si comporta come l’ultimo cucciolo di alien, quello bianco (mezzo uomo e mezzo alien) nasce e si mangia la madre”

4. Se le istituzioni funzionassero sul serio non ci sarebbe bisogno di questi per gli acquisti della pubblica amministrazione, per evitare sprechi e ruberie,basta fare delle leggi chiare e semplici e controllare,cosa che i sig.ri funzionari,dirigenti e raccomandati vari della pubblica amministrazione non fanno,allora leggi chiare e chi ruba o fa finta di niente a casa ,abbiamo la fila in italia di gente seria e preparata che sta li ad aspettare il miracolo del lavoro.

5.  volevo darle un dato oggettivo di come sono cambiate in peggio le cose dopo il referendum,io sono manager in in industria che produce mobili nel Veneto e l anno scorso ,durante il suo governo,dopo molti anni,abbiamo visto una crescita importante, ora i primi due mesi segnano un fermo

6. E’ uno scempio e’ vero!!! lo confermero’ sempre’ ci vuole dignita’ nella la morte di chi mangiamo ed indossiamo, chi e’ piu’ consapevole, avra’ assicurato il proprio benessere, apportando nellala propria vita modifiche…chi non lo fa e’ dietro alle sue ragioni..

7. Se a Berlusconi avessero toccato la mamma si sarebbe costituito, il menomato morale non si rende neppure conto che questa uscita lo segnerà per sempre. Come si fa a dimenticarla? Dal piazzista di pentole al piazzista di anime, ricordi, amore… mio padre è un pezzo di quel puzzle che non mi riesce mai: lo butto via, lo regalo dopo un “venghino siori venghino” al mercatino improvvisato dei cimeli di famiglia. Ma perché la ha detta? Probabilmente si è cortocircuitato l’avatar mentale del ragazzetto con la sua personalità reale

8. lei a preso un paese che con letta stava crescendo e lei per paura ha fatto quella caro gna ta per paura di essere invisibile (poi le ricordo che quando parte dallo scantinato e normale salire ,ma ricordo che siamo ultimi in europa grazie al suo non saper fare.

 

 

 

 

 

Soluzione:

1 – commentatore di Salvini

2 – commentatore di Di Maio

3 – Post di Beppe Grillo

4 – commentatore di Meloni

5 – commentatore di Renzi

6 – commentatore alla pagina “Il Disobbediente”

7 – Post di Beppe Grillo (si, vi ho ingannato, ne ho messi due)

8 – altro commentatore di Renzi

Per quelli che la partita doppia è andare allo stadio ubriachi. Prendo un libro o un giornale di economia, lo apro a caso, leggo e – qualche volta – capisco l'argomento, infine lo derido. Prima era il mio metodo di studio, adesso ci scrivo articoli. Sono Dan Marinos, e per paura che mi ritirino la laurea mantengo l’anonimato.

2 Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*