un blog canaglia

Gli italiani hanno l'imuglobina alta

in talent by

di Alessandro Verdoliva

E’ chiaro, gli italiani hanno l’imuglobina alta. Ad urne aperte, la coalizione di centrosinistra ha vinto grazie ad un numero irrisorio di preferenze sancendo l’ingovernabilità del Senato e di alcuni bassi istinti dei suoi elettori. Berlusconi richiamava i votanti a non disperdere il voto su piccoli partiti, in pratica consigliava di votare il Movimento Cinque Stelle (oggi primo partito in Italia). Fondamentale Ingroia che ha tolto voti a Ingroia. La situazione adesso è così ingestibile che nessuno potrà mantenere le promesse fatte, o meglio, tutti avranno una buona scusa per non doverle mantenerle. Gli errori commessi in campagna elettorale iniziano a venire fuori ed essere analizzati. A mio avviso, i partiti tradizionali non hanno compreso a pieno l’aria che si respirava nel paese incentrando tutto su povertà e foto con dei cani credendo di dover convincere dei punkabbestia. La bella notizia: numerosi gli illustri trombati, resta Casini che è stato visto allenarsi al gioco di carte del Cucù, quello che quando sei morto poi rompi le palle a tutti finché qualcuno, per sbaglio, ti rivolge la parola e torni in vita. La situazione è parecchio ingarbugliata tanto che stavolta è stato Napolitano a chiedere la grazia.

Tags:

13 Comments

  1. Voto questo!!! Contenuti non originalissimi ma la scrittura e’ molto croccante e la lunghezza e’ quella che piace a me.

  2. Mi spiace, Alessandro, perché qua dentro ci sono delle battute divertenti. Però, perdonami, preferisco l’altro.

  3. Voi piddini avete solo cercato di vincere sfruttando il tanto odiato (a parole!) porcellum. Non ci siete riusciti. Adesso siete buoni solo a scatenare la macchina del fango. Sinistrosa meschinità.

  4. questo post mi piace perche’mi ricorda ‘il punto’della buonanima di giorgio tosatti alla domenica sportiva.solo che l’altro e’ troppo folle.voto fischiettare.

  5. E’ brillante, ma non ha un vero filo logico: voto “Fischiettare parecchio” perché è molto più nelle mie corde.

  6. Voto fischiettare. Non perché mi faccia impazzire, è a tratti eccessivamente prolisso e sopratutto ti aspetti che stia per dirti qualcosa ma alla fine non dice un cazzo. Ma avevo promesso di bocciare tutti quelli che nominano il Movimento 5 Stelle.
    Avviso ai naviganti: se nominate il M5S perdete un voto. Di default. Anche se è un articolo da Pulitzer.

  7. Cosa mi piace:

    – l’esecuzione, nel senso che il post funziona bene; c’è il tema di attualità, ci sono le battute, tutto ok;
    – alcune specifiche battute (Ingroia).

    Cosa non mi piace:

    – alcune specifiche battute;
    – l’effetto complessivo: fa un po’ un’insalata mista di tutto quanto, con un finale che secondo me arriva troppo presto.

    Non è male, decisamente, ma per me l’altro è imbattibile.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from talent

Go to Top