un blog canaglia

Figurarsi con una polo

in politica by

Suvvia, senatore Perduca. Mi meraviglio di lei.

Le pare possibile, dico, che uno possa denunciare le assurde pretese dei culattoni, invocare un nuovo sette aprile, paragonare due donne che si baciano a chi piscia per strada, dire che Facebook è più pericoloso dei gruppi terroristici, sostenere che Eluana Englaro è stata ammazzata, affermare che le coppie hanno diritto agli aiuti solo se sono sposate e hanno dei figli, promettere che il voto agli immigrati non ci sarà mai, professarsi progressista e al tempo stesso dire no ai matrimoni gay, dirsi di sinistra e pronunciarsi contro la pillola del giorno dopo indossando una magliettina a maniche corte?

Lo so, senatore Perduca, che c’è da risparmiare sull’aria condizionata: e sono d’accordo, tant’è che nel mio studio non ce l’ho proprio. Però, andiamo, un po’ di buon senso: converrà con me che certe cose è difficile sostenerle con un minimo di credibilità perfino in doppiopetto.

Figurarsi con una polo.

METILPARABEN E’ nato e cresciuto al Colle Oppio, ha studiato dai preti, è commercialista, tifoso della Lazio e radicale. La combinazione di queste drammatiche circostanze lo ha condotto a sviluppare una fastidiosa forma di nevrosi ossessivo-compulsiva caratterizzata da crisi di identità: crede di essere il blogger Metilparaben.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from politica

La festa spenta

Oggi è il 25 aprile. Come sempre, ci sono manifestazioni e cortei
Go to Top