un blog canaglia

europa

Europa

in #Ellenica by

Nacque tutto da una questione di corna.

Anzi no, nacque tutto da una questione di gonadi.

Eh già, perché Zeus era un dio dall’arrapamento facile, un nume dalla sessualità a dir poco esuberante che quando era il momento di infilare la folgore da qualche parte non ci pensava di sicuro due volte. Dee, ninfe, donne mortali e persino ragazzini imberbi erano tutti potenziali oggetti della, ehm, attenzione della divinità: chiedetelo al povero Ganimede, appena adolescente, trasportato in volo sul monte Olimpo da uno Zeus trasformato in aquila mosso dalle peggiori (migliori?) intenzioni.

Pure ‘sto brutto vizio di trasformarsi in animale: non è chiaro se l’attitudine metamorfica fosse dettata dalla necessità di nascondersi dalla gelosissima e cornutissima moglie Era (ve lo ricordate come andò a finire con Eracle?) o se vi fosse piuttosto un piacere nascosto, quasi freudiano, in questo furry ante litteram…ad ogni modo a Leda sicuramente il vizio non dispiacque, d’altronde quando si tratta di grossi uccelli non è proprio il caso di fare le difficili.

Dunque le gonadi, Zeus perennemente arrapato ed Europa che era una grandissima gnocca. O almeno così dice il mito, e chi siamo noi per mettere in discussione i gusti degli antichi Ellenici? Europa, principessa e figlia di Agenore, re di Tiro, con questa mania per l’igiene che la spingeva ogni giorno in spiaggia a lavarsi con l’acqua del mare, tuttignuda sul bagnasciuga, e vuoi che il Padre degli dei non colga l’opportunità al balzo? E così, all’ennesima provocazione, è chiaro che quella troia vuole del cazzo mo’ glielo faccio vedere io, il gaudente Zeus organizza il solito espediente animalesco e ordina a Hermes – nome tipico da bocciofila emiliana– di condurre la mandria di buoi di Agenore presso la spiaggia; fra questi si mischia lo stesso Zeus, tramutatosi in un bellissimo toro bianco (ma come si fa a definire se un toro è bello o brutto?) dalle corna perfette a forma di mezza luna (ah ecco, si guardano le corna). Europa si accorge di questo bellissimo toro, si avvicina, il toro si genuflette e la ragazza fa quello che una qualsiasi persona normale farebbe di fronte a un toro genuflesso: gli sale sulla groppa.

E Zeus reagisce come più o meno tutti ci aspettavamo: parte al galoppo con la bella Europa tutta nuda ancora sulla groppa. Lei urla, scalpita, vuole scendere, ma niente, in un attimo il toro ha attraverso il mare e più pratico di un volo Ryan Air atterra sull’isola di Creta, scarica il bagaglio e si mette all’opera.

Che cosa abbia fatto Zeus una volta finita la monta non è ben chiaro, probabilmente è tornato sull’Olimpo a prendersi le mattarellate in testa dall’irritabile Era, o forse si è subito in cerca di un altro partner più o meno consenziente, però pare che prima di partire abbia fatto dei doni ad Europa. Tra cui un marito, Asterione, re dell’isola. Dettaglio non da poco, anche perché nel frattempo la ragazza era rimasta incinta. Dallo sperma divino nasceranno dunque tre semidei: Radamanto, Sarpedonte e…Minosse. Decisamente un futuro segnato anch’esso da tori arrapati e rapporti intraspecifici per il povero Minosse. Ma questa è un’altra storia.

Ebbene, ‘o mythos deloi oti, la favola insegna che: il mito di Europa iniziò con uno stupro.

Chissà come andrà a finire.

Nato nella Somalia italiana nel 1909, si dedica giovanissimo all'antropologia lombrosiana e alla frenologia. Dopo aver contribuito alla fondazione di Latina, nel 1938 fugge in Argentina con Ettore Majorana poiché non condivide la linea morbida di Mussolini sul banditismo molisano. Rientrato in Italia negli anni '70 in seguito a una scommessa persa con Cesare Battisti, si converte allo stragismo mafioso e alla briscola chiamata. Tra i fondatori occulti di Grom, oggi passa la maggior parte del suo tempo refreshando la pagina facebook di Marco Mengoni.

2 Comments

    • Sono sicuro che pure con le ninfee ci fosse del tenero.

      Comunque grazie per la segnalazione, corretto subito l’erroraccio.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from Uncategorized

Go to Top