un blog canaglia

Democrazia Diretta ®

in società by

Benvenuto su Democrazia Diretta, la piattaforma di discussione politica italiana. Effettua il login per iniziare:

Nome utente*
Password*

*Acconsento al trattamento umiliante dei miei dati da parte di sconosciuti su Facebook e a fini di link dal titolo accattivante per pescare gonzi su qualunque piattaforma legata a beppegrillo.it

*: Campi obbligatori


(ESERCIZI DI LOGICA) Trapiantato a Milano in quasi giovane età, scrive tendenzialmente per dimenticare, cosa che gli riesce piuttosto bene. Soffre da molti anni di Sindrome di Ingegneria, diffusa ma poco conosciuta patologia psichiatrica che porta il soggetto a credere che qualunque interazione al mondo sia descrivibile con non più di quattro equazioni differenziali e a non capire perché abbia così pochi amici. Si lamenta di tutto.

10 Comments

    • Bene così.
      Per carità, post come questo, brillanti e godibilissimi, sono molto graditi.
      Mi stupisce però l’interesse esclusivo e pressoché ossessivo per il M5S che percorre e travaglia un po’ tutto il sito.
      No, perché non si può proprio dire che l’ordinaria e quotidiana politica ‘de noantri’ sia avara di stimolanti spunti d’interesse e di “riflessione”.
      Mi sarei aspettata, per esempio (ma è solo un esempio, ce ne sarebbero tanti altri) qualche noterella sul delizioso spettacolino del ‘ducetto e dei balilla intonanti e osannanti’, andato in scena qualche giorno fa in una allineata e ringiovanita scuola italiana.
      Un vero bijou: che tuttavia non sembra aver ispirato, suggerito, sollecitato, stimolato alcunché, né al bravissimo e brillante Aioros, né agli altri autori, tutti egualmente bravi e attenti a quanto accade intorno a noi.
      Imbarazzo? Condivisione? Compiacimento?
      Certo, un silenzio interessante, un silenzio che parla. Bene così.

      • No dai Annamaria, non dire così, altrimenti sembra quasi che gli autori di questo sito siano persone normali che decidono autonomamente quello che trovano interessante e quello di cui vogliono scrivere, invece che delle macchine regolate per pubblicare almeno un post su ciascun evento di attualità che utilizzano il silenzio su un argomento per esprimere chiaramente un’opinione opposta a quella dei commentatori.

  1. Niente da eccepire-per carità- sulla libera scelta di quello che si vuole scrivere e commentare: tra l’altro gli ultimi due post, davvero ben fatti, erano esilaranti e ridere fa bene alla salute.
    Libertà anche a chi legge-prego- di esprimere riflessioni, sensazioni, obiezioni, valutazioni.
    P.S. La scelta incentrata un po’ ossessivamente su Grillo (mi riferisco a tutto il sito, non solo a lei) mi fa piacere: dico sul serio, senza ironia.
    Così come il silenzio “che parla” su altro-dico sul serio, senza ironia- mi fa piacere e mi diverte.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from società

Al posto di Fabo

Già si sentono i rumori di fondo dell’esercito di fondamentalisti che si
Go to Top