un blog canaglia

Pope Francis kisses a baby handed to him as he is driven through the crowd during his general audience, in St. Peter's Square, at the Vatican, Wednesday, March 27, 2013. (AP Photo/Andrew Medichini)

Colonizzazione ideologica

in religione/società by

Dal Vangelo secondo Matteo (12, 46-50):

Gesù stava parlando alla folla. Sua madre e i suoi fratelli volevano parlare con lui, ma erano rimasti fuori. Un tale disse a Gesù: “Qui fuori ci sono tua madre e i tuoi fratelli che vogliono parlare con te.” Gesù a chi gi parlava rispose: “Chi è mia madre? e chi sono i miei fratelli?” Poi, con la mano indicò i suoi discepoli e disse: “Guarda: sono questi mia madre e i miei fratelli: perché se uno fa la volontà del Padre mio che è in cielo, egli è mio fratello, mia sorella e mia madre.”

 

Sempre dal Vangelo secondo Matteo (10, 37-38):

“Chi ama il padre o la madre più di me non è degno di me; chi ama il figlio o la figlia più di me non è degno di me; chi non prende la sua croce e non mi segue, non è degno di me.”

 

Dal Vangelo secondo Papa Francesco (10 gennaio 2015):

“La colonizzazione ideologica: entrano in un popolo con un’idea che non ha niente a che fare col popolo; con gruppi del popolo sì, ma non col popolo, e colonizzano il popolo con un’idea che cambia o vuol cambiare una mentalità o una struttura.”

 

Il soggetto dell’affermazione di Bergoglio è l’adozione della teoria gender nei libri di testo degli istituti scolastici. Lo stesso concetto è stato ripreso ieri dal presidente della CEI Angelo Bagnasco, il quale ha parlato del rischio di colonizzazione delle menti dei bambini da parte di una “visione antropologica distorta” che mina l’idea di famiglia naturale.

Fermi tutti. Sono confuso.

I passaggi del Vangelo che ho citato qui sopra non sono forse insegnati a catechismo? I preti non leggono questi passaggi durante la messa della domenica? Oppure viene fatta una selezione preventiva da parte di catechisti e sacerdoti per non turbare le menti dei bambini?

Perché a me sembra che Gesù l’idea di famiglia naturale l’abbia decisamente mandata a puttane. Prima di tutto la comunità di Dio, servire il Signore, due preghierine, poooooooooooooi, se c’è tempo, un saluto alla mamma, ciaocia’ vecchia. I legami familiari nel Nuovo Testamento vengono decisamente gettati alle ortiche, e i Cristiani delle origini (quelli nel menù giornaliero dei leoni dell’Anfiteatro Flavio, per intenderci) non erano altro che un gruppo ristretto di persone, un gruppo del popolo, che “cambia o vuol cambiare una mentalità o una struttura.”

Sarà mica che pure Gesù era frocio?

Nato nella Somalia italiana nel 1909, si dedica giovanissimo all'antropologia lombrosiana e alla frenologia. Dopo aver contribuito alla fondazione di Latina, nel 1938 fugge in Argentina con Ettore Majorana poiché non condivide la linea morbida di Mussolini sul banditismo molisano. Rientrato in Italia negli anni '70 in seguito a una scommessa persa con Cesare Battisti, si converte allo stragismo mafioso e alla briscola chiamata. Tra i fondatori occulti di Grom, oggi passa la maggior parte del suo tempo refreshando la pagina facebook di Marco Mengoni.

54 Comments

  1. “Perché a me sembra che Gesù l’idea di famiglia naturale l’abbia decisamente mandata a puttane. Prima di tutto…”

    prima di tutto era figlio di una ragazza madre che stava con un uomo molto più grande di lei (che da alcune parti si legge già sposato e vedovo), e senza un matrimonio regolare.
    Direi che c’è abbastanza per dare del fariseo a qualunque membro della Chiesa SpA che si opponga a certe cose

      • però mitigata dal fatto che Dio, col suo sperma divino, ha fatto centro al primo colpo e non c’è stato bisogno di fecondare tanti ovuli, quindi niente aborti.

        • “Sperma divino”. Sbaglio, o lo Spirito Santo era un essere di sesso femminile, per la cristianità delle origini? Qui la faccenda si fa particolarmente suggestiva.

          • @Animabella: per quanto riguarda lo Spirito Santo “al femminile” sinceramente non saprei (anche se la Chiesa ha impiegato dei secoli a stabilire cosa fosse di preciso uno “spirito santo”, dato che non era chiaro a nessuno), pero’ c’è tutta la questione delle apostolesse (Boldrini docet) che è altrettanto interessante. Nel cristianesimo delle origini il ruolo delle “Marie” era sicuramente maggiore di quello poi attribuito alle compagne di Gesù durante il Medioevo e la Modernità.

            @Jackilnero: se si vuole evitare di ciucciarsi al critica filologica dei biblisti protestanti tedeschi del XIX e XX secolo, per le fonti suggerisco di leggersi Mauro Pesce, professore di storia del Cristianesimo a Bologna. Sulla figura storica di Gesù ha pure scritto un libro divulgativo con Corrado Augias, “Inchiesta su Gesù”.

          • Grazie Billy, ho già il libro in attesa sul comò (ehm, da tempo immemore aggiungo..)

            Mi riferivo alla sessualità dello Spirito Santo…d’altra parte il detto “parlare del sesso degli angeli” deriverà pure da qualcosa.

          • Il termine ebraico per “spirito” è “ruach”: sostantivo di genere femminile, che compare per 400 volte nell’Antico Testamento. Dal Vangelo di Filippo (Apocrifi): “Taluni hanno detto che Maria ha concepito dallo Spirito Santo. Essi sono in errore. Essi non sanno quello che dicono. Quando mai una donna ha concepito da una donna?”
            Roba che nemmeno la Gilman e la Russ…

          • Maria se l’è presa tantissimo quando l’è finito tutto quello Spirito Santo in mezzo ai capelli.

          • “Persona” è un termine femminile ma non vuol dire che tutte le persone sono femmine…

          • L’ipostatizzazione è una brutta bestia, certo: ti prende aria, vento, soffio e respiro e te ne li trasforma in un ente illusorio, genere incluso. Ciò vale anche per il maschile “spiritus”, traduzione latina di “ruach”, tanto caro a Paolo e ai suoi seguaci.

  2. …e poi: “che l’uomo non separi ciò che Dio (CIOE’ L’AMORE) ha unito.”
    Nulla a che vedere con i generi, istituzioni, sacramenti eccetera. Ciò che l’AMORE
    ha unito non deve essere separato dagli uomini. Più chiaro di così.

  3. Niente non ce la fate. 🙂

    Se Dio ha creato ogni uomo a sua immagine; il divino allora è un BISOGNO assoluto e necessario per ogni uomo, l’unico che lo possa saziare pienamente. Il bene assoluto non esclude certo altri beni relativi, ma ne è la misura: è come la cornice che contiene e spiega il particolare.
    Amate gli altri per amore di Gesù, questa è la regola del cristiano. Questa è l’unica intenzionalità capace di riscattare ogni frustrazione.

  4. ma basta con sta teoria del gender!!! non esiste, nessuno insegna la teoria del gender!!! si cerca s emai di insegnare semplicemente il rispetto per l’amore, l’affetto e i legami anche fra uomini dello stesso sesso! fanculo il Papa e il Cardinale sticazzi! perchè dobbiamo pure metterci a citare passi del vangelo per smentirli? e che adesso riconosciamo autorevolezza al vangelo? son problemi da cristiani questi.. per me vadano a cagare gli omofobi vangeli o meno!

    • Yessa, secoli di discussione in seno alla Chiesa per stabilire se Maria abbia avuto dei altri figli dopo la nascita di Gesù o se i fratelli fossero in realtà “fratellastri” dalla parte di Giuseppe.

      Alla fine si è preferita la seconda opzione, ma più che altro sulla base della patristica, cioè su una tradizione (quella dei Padri della Chiesa) di molto tardiva rispetto all’epoca dei Vangeli.

      Insomma, senza voler scomodare Dan Brown qualche dubbio rimane.

  5. Comunque “Chi ama il padre o la madre più di me non è degno di me” per fortuna fratello che t’hanno inchiodato a un legno a 33 anni perché avevi le carte in regola per diventare il più grande stalker di tutti i tempi.

  6. Gesù intendeva restaurare l’Antica Legge, era un fondamentalista ebreo. Quei passaggi citati nell’articolo sono da ascrivere ad un percorso per arrivare alla restaurazione, la quale è antropologica ovvero rispetta la famiglia naturale e si oppone ai vizi. Il quarto comandamento recita “Onora il Padre e la Madre” e la fornicazione compresa quella omosessuale è uno dei peccati capitali, la lussuria. Gesù aveva anteposto l’obbedienza a Dio prima dell’obbedienza ai genitori in quanto il genitore stesso deve obbedire a Dio e se non gli obbedisce è un peccatore.
    Ma Gesù parlava agli Ebrei e per gli Ebrei, il suo “messaggio” è stato in seguito travisato in modo universalistico e imposto ad altri popoli – esattamente come spiega Papa Francesco, e si configura storicamente come proto-comunismo come ci ha spiegato bene Nietzsche ne La Genealogia della Morale.
    Ma da qui a sostenere che la Chiesa sia erroneamente contro la famiglia naturale ce ne passa, è anzi è sempre stata contraria allo spirito dionisiaco e alla fornicazione.

    • La famiglia “naturale” non esiste: in natura esiste la monogamia, la poligamia e anche l’omosessualità.
      Se volessimo metterla sul “naturale” il maschio tenderà a riprodursi il più possibile per preservare la specie: chiediamo a Papa Francesco cosa ne pensa di questo naturalissimo istinto evoutivo.

      • La famiglia naturale esiste, è quella in cui un maschio e una femmina generano un figlio.
        E il maschio non tende a riprodursi il più possibile, quello lo fanno i negri. Le persone normali stanno bene attente a scegliersi la moglie! E non vanno in giro a mettere in cinta le donne perchè glielo dice l’istinto, l’istinto ti dice anche di non fare sesso con chiunque!

        • Quindi lei sta dicendo che tutti i biologi del mondo non hanno capito un cazzo del campo di studio che portano avanti da una vita perché “le persone normali stanno bene attente a scegliersi la moglie”.

          E guardi che “incinta” è una parola sola.

          • Lei parla di cose che non conosce, insistendo che l’Uomo non è monogamo così come lo sono le altre specie animali; la realtà è diversa ci sono tante specie monogame. Lei dice che siccome scimmie e cani talvolta s’inculano (ma solo in alcune circostante e perchè mancano femmine) allora va bene che lo faccia anche l’Uomo, ma le ricordo che noi siamo un’altra specie animale.
            Che inseminare più femmine possibili e che queste si lascino ingravidare da più maschi possibili sia un beneficio alla propria specie è pura fantasia, la realtà dice che più la riproduzione è affidata agli esemplari migliori e più c’è un beneficio per la specie.

          • Al contrario: si direbbe che è lei a parlare di cose che non conosce etichettando arbitrariamente alcuni comportamenti come “naturali”ed altri come “non naturali” (e come sarebbero? artificiali?) basandosi sulle sue personali convinzioni.
            Il fatto che parli di “scimmie e cani che si inculano” in termini di “va bene” e “va male” denota un atteggiamento moraleggiante che mal si accompagna alla presunta scientificità implicata dal tentativo di portare la discussione sulla naturalezza o meno dei suddetti comportamenti.
            Proverò, in ogni caso, a rispiegare il mio punto in termini semplici: lei sostiene che è “naturale” la monogamia e l’eterosessualità; io le dico che è scientificamente provato che in natura esistono sia l’omosessualità che la poligamia e che, anzi, quest’ultima è in realtà un vantaggio evolutivo perché, al contrario di quel che lei sostiene, aumenta la probabilità di generare esemplari più sani e “competitivi”.
            Le dirò un’ultima cosa che potrebbe sconvolgerla quindi, nel caso sia debole di cuore, le consiglio di fermarsi qui: sempre parlando dal punto di vista evolutivo la purezza di una razza è un enorme svantaggio in quanto impedisce ad una specie di migliorarsi (esattamente il motivo per cui gli individui frutto di incesto hanno maggiore probabilità di essere più deboli/malati rispetto alla media). Al contrario, la contaminazione e la varietà genetica permettono il miglioramento e la adattabilità della specie aumentandone le probabilità di sopravvivenza in quanto, generazione dopo generazione, vengono selezionati i tratti genetici più forti. In soldoni, caro signor Ultra Sapiens, i razzisti non sono solo dalla parte sbagliata della storia ma anche in biologia stanno messi piuttosto male.
            Ma lei non si preoccupi: sappiamo tutti che l’evoluzione in realtà non esiste e che Dio ha creato tutti gli animali e gli uomini esattamente così come sono oggi circa 4000 anni fa.
            Un vero peccato che quei due cazzo di leocorni fossero impegnati a scopare invece di salire sulla fottuta arca.

          • Non vede bene il quadro attuale. Innanzitutto non avete riportato nulla di scientifico ma piuttosto una ripetizione di un’idea dominante (potremmo dire del pensiero unico). Intanto dovrebbe sapere che le persone più informate sulla genetica sono nazisti e fascisti; persone che conoscono la diffusione geografica dei vari aplogruppi del dna e la loro interconnessione e sviluppo. “Purezza della razza” va vista in questo contesto, ovviamente nessuno parla di razze evolutivamente statiche, anzi, la razza ariana è un’ evoluzione della genetica. L’inno alla purezza della razza deriva piuttosto da una considerazione fattuale, laddove una popolazione con un dato dna -una razza o etnia- ha storicamente, incontrovertibilmente, prodotto una data cultura mentre il meticciato o altre razze hanno prodotto altre culture: la cultura è frutto di una data razza. E un conto è come dice lei che il meticciato può essere positivo per la progenie, un altro conto è imporre un meticciato fantasticando su un’evoluzione culturale “positiva”; i meticci sono per lo più individualisti, non concorrono alla collettività, perciò sono sono più corruttibili. La realtà mostra che ovunque il negro impera, impera il degrado e ovunque un nordico rimane nordico c’è Civiltà. I nordici anti-nordici sono persone svuotate della propria anima, artificiosamente, credono addirittura nella non valenza della genetica, fantasticano su un mondo di meticci che produrranno un mondo giusto, questo sì che è razzismo, il voler eliminare le razze, e guarda caso solo una… la mia, anzi, la nostra, a meno che lei non sia un allogeno.

        • L’istinto “naturale” invece, caro Sapiens (?), direbbe a te maschio di inseminare più femmine possibile e alle femmine di farsi inseminare dai migliori maschi gli capitino a tiro; le persone “normali” che intendi tu non hanno niente di naturale, a parte i peli residui, ma molte sovrastrutture socio-cultural-religiose che ne placano l’istinto quello sì “naturale”.
          Quella di cui parli tu, indipendentemente dal motivo per cui si tira in ballo, non andrebbe chiamata “famiglia naturale” ma “famiglia tradizionale”, perché “le parole sono importanti” (cit.). Non a caso l’uomo le ha inventate per capirsi meglio, anche coi negri…
          Ma che te lo dico a fare, che tanto te sei quello che c’ha la verità vera e gli altri invece la ribaltano…

          • E’ naturale perchè genera la progenie. Al contrario la coppia omosessuale potrà diventare una tradizione come erano una tradizione i rapporti omosessuali tra gli antichi Romani, ma i quali non si azzardarono a sostenere che una coppia omosessuale è uguale alla coppia normale.
            Lei sostiene che ci piacciono le donne perchè è un’imposizione culturale, mentre è naturale l’omosessualità, invece è proprio il contrario. E le ricordo che l’omosessualità è sempre stata accompagnata dalla pedofilia: i vecchi froci cercano i ragazzini e volete darglieli addirittura in affido.

          • Ultra Sapiens, io non so se sei uno troll oppure se credi veramente in quello che scrivi, ma in ogni caso vorrei farti membro onorario di questo blog.

          • Non so cosa comporti questo onore. Non sono un troll, io combatto i troll nel nome di Odino, per mille fulmini! Nemmeno capisco a cosa sia dovuto l’onore, per un uso appropriato del turpiloquio immagino. Cioè se non dici qualche minchiata in un forum sei un coglione! Facciamo bordello!! Che onore!

          • Io, in verità e se rileggi quel che ho scritto te ne accorgi da solo, non sostengo un cazzo di quel che mi attribusci; io ti ho solo fatto presente che l’universo mondo funziona attraverso meccanismi che non coincidono esattamente con quelli che pensi tu, e che tra le opinioni di un ultras, pur se sapiens, e secoli di studio scientifico, beh, propendo a ritenere un pelo più attendibile il secondo…
            Quel che è certo è che anche solo provare a discutere con chi, come te, si ritiene depositario della Sola Illuminata Verità è un pò come cercar di convincere un sasso a ruzzolare in salita: tempo perso.
            Ad majora…

          • Tu ragioni per sentito dire, mi pare. Senza offesa, anzi, ti lancio un salvagens; non la senti la natura nelle vene? ti senti come una foglia al vento? Quello che sei non te lo dice forse questa cultura dominante? al massimo puoi trovare qualcosa nei classici per trovare un conforto, ma l’Uomo va oltre anche ai classici. Io ho la verità in tasca perchè conosco le mie tasche. Io ululo alla Luna, e non perchè l’han detto in TV. Hai paura del tuo istinto forse, allora vagheggi di mille verità possibili, quando invece la verità è solo una.

          • @REX la neuroscienza ha scoperto che i ricordi e le emozioni dei genitori e degli antenati vengono tramandati nel DNA, tu invece enfatizzi l’interrazzialità come se fosse l’unica cosa che modifica il DNA, invece si modifica anche in seno ad una data etnia e se le etnie si sono sviluppate è perchè è stata una cosa utile, vantaggiosa e necessaria per la specie umana. La razza ariana è l’apice dello sviluppo del dna e si vuole imporre il meticciato solo contro questa razza, a motivo genocida. L’agenda pro-omosessualità ha questo stesso obiettivo. E Gesù, tornando in topic, era contro alla fornicazione quindi anche contro l’omosessualità, era un fondamentalista restauratore e il suo messaggio rivoluzionario, “l’Amore” è stato travisato perchè parla di amore tra fedeli mentre l’infedele va combattuto e bisogna amare in primis Dio, e obbedire alla legge, l’amore e il perdono sono riservati solo a chi si pente, chi continua a peccare va all’inferno. Quindi la Chiesa non è in contraddizione nell’osteggiare il matrimonio omosessuale.

          • ho scritto una stupidaggine, i vecchi froci si eccitano coi ragazzini esattamente come i vecchi eterosessuali si eccitano con le bambine, è una storia vecchia come il mondo, e succede anche a me di guardare con cupidigia nei cortili delle scuole elementari

          • E’ possibile impedire che venga usato da terzi il mio nickname? O almeno che si cancellino i post? O devo chiamare la polizia postale?

          • ehi smettila subito di usare il mio nickname tu, altrimenti chiamo la polizia postale.

          • ah fate i furbi?
            ho appena allertato la guardia forestale, adesso vediamo chi ride.

          • Aioros, dall’ email a cui è associato il nickname, oppure dall’IP; mi pare strano che non possiate bannare. Se arrivano una decina di troll così vi rovinano il blog.

          • Dai, Aioros! Quello falso è senz’altro lo spiritosone del “ho scritto una stupidaggine, i vecchi froci si eccitano coi ragazzini esattamente come i vecchi eterosessuali si eccitano con le bambine, è una storia vecchia come il mondo, e succede anche a me di guardare con cupidigia nei cortili delle scuole elementari.”

            Ma dimmi te, se mi doveva capitare di dare una mano ad Ultra Sapiens…

          • Nessuna spiritosaggine, ho riletto tutto e mi sono reso conto di avere torto.
            Ma poi lei come si permette di dire chi sono io? badi agli affaracci suoi femminista dei miei stivali.

  7. In qualche modo anche questo Blog vuole colonizzare…oggi tutti hanno qualcosa da colonizzare agli altri…sarà forse per quel vuoto di relazioni imposto dalle relazioni virtuali…di Pontefice ne basta uno ma sembra che oggi tutti abbiamo da pontificare.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from religione

Go to Top