un blog canaglia

Beatlernazione /3: gli avanzi di Rishikesh

in musica by

Nel febbraio del 1968 i Beatles (e le rispettive mogli e compagne) se ne andarono a Rishikesh, nell’India del nord, a studiare meditazione trascendentale dal mistico Maharishi Mahesh Yogi.
Tutti, o quasi tutti, sono al corrente del fatto che durante quel viaggio vennero scritte gran parte delle canzoni che compongono il leggendario “White Album”: qualcuno in meno, forse, sa che là, in India, furono composte anche altre canzoni, in molti casi vere e proprie perle, che i singoli membri del gruppo pubblicarono dopo lo scioglimento dei Beatles, nei loro dischi da solisti.

Prendete questa meraviglia vera, per esempio, pubblicata da Paul nell’album McCartey ad aprile del 1970:

Oppure quest’altro pezzo, che George pubblicò nientepopodimeno che nel 1979, nel disco “George Harrison”:

Per non parlare di quest’altro ancora, che in origine si intitolava “Child of Nature” (pensa tu) e parlava, per l’appunto, di meditazione trascendentale, ma che poi John riscrisse completamente e pubblicò nel celeberrimo album “Imagine” del 1971:

https://www.youtube.com/watch?v=giN6m-sfzng

Non è tutto, naturalmente: a Rishikesh furono composte anche Sour Milk Sea, scritta da Harrison ma incisa da Jackie Lomax già nel 1969, la surreale What’s the New Mary Jane di Lennon, mai pubblicata fino agli anni ’90, Circles, pubblicata da Harrison nel 1982, Look at Me (John Lennon/Plastic Ono Band, 1970), Cosmically Conscious (Paul McCartney, Off the Ground, 1993), Teddy Boy (McCartney, 1970), Dehradun (mai pubblicata da Harrison), The Happy Rishikesh Song (mai pubblicata da Lennon).

Datemi retta: prendetevi un’ora, ascoltatele tutte e poi ditemi se con questa roba, con gli avanzi di Rishikesh, non sarebbe venuto fuori un bellissimo, ma proprio bellissimo, quattordicesimo disco dei Beatles.
Se fosse andata così anche questi pezzi, come tutti gli altri, sarebbero diventati immortali.

METILPARABEN E’ nato e cresciuto al Colle Oppio, ha studiato dai preti, è commercialista, tifoso della Lazio e radicale. La combinazione di queste drammatiche circostanze lo ha condotto a sviluppare una fastidiosa forma di nevrosi ossessivo-compulsiva caratterizzata da crisi di identità: crede di essere il blogger Metilparaben.

2 Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from musica

Go to Top