un blog canaglia

Al posto di Fabo

in società by

Già si sentono i rumori di fondo dell’esercito di fondamentalisti che si attiverà contro la libera scelta di Dj Fabo di trasferirsi in Svizzera per chiedere l’eutanasia. È uno strano Paese, il nostro, dove da un lato si chiede che le leggi vengano approvate senza stare a menarsela troppo col dibattito parlamentare, il bicameralismo e quella perdita di tempo della discussione politica però le scelte individuali necessiterebbero dell’approvazione collettiva, passando prima da una psicanalizzazione di massa del malcapitato di turno. Ma vabbè.

Ecco tuttavia, così, per sanità del dibattito sarebbe bello che a far campagna contro questa scelta fossero persone che sanno di cosa si parla. Ovvio che a nessuno si augura di stare come lui. Però, sarebbe bello che i censori sapessero cosa si prova. Perché non fare un bell’esperimento allora? Perché, prima di far proteste, veglie e lanci contundenti di preghiere non richieste, i censori non provano a rimanere a letto immobili, magari legati, con una bella benda attorno agli occhi?

Solo un mese, per capire di che si tratta. E poi parlare.

(SINDACATO PAGANO) Nato in terre calde e prospere di disoccupazione si trasferisce giovinetto al Norte dove adesso lavora, rigorosamente a fini di lucro. Attende con speranza che Grillo faccia approvare il reddito di cittadinanza così da poter finalmente vivere come un rentier. Ha scelto il nome da usare nel blog guardando tra le bottiglie di alcolici di un amico rivoluzionario.

3 Comments

  1. Forse anche un giorno…. nessuno si oppone alla scelta di una persona che soffre di porre fine al suo malessere.
    Nemmeno quelli che definisci bigotti / benpensanti come me ai quali probabilmente io appartengo per i tuoi canoni….
    Ognuno fa le sue scelte….

  2. Ormai è trascorso un po’ di tempo, magari mi sarà sfuggito, ma io tutto questo chiasso non l’ho sentito. L’esercito è in rotta o questa volta hai detto una cazzata? Invece di mettere mani avanti non richieste, sarebbe forse più utile interrogarsi sulle cause di questo strano silenzio, sono troppo vecchio per credere che la gente stia iniziando a ragionare con più consapevolezza, magari la cosa ha più a che fare con questo Papa, certo però che è inconsueto non sentire almeno un Giovanardi di turno.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

Latest from società

Go to Top